Terzetto di ladri alla ditta Corradini, furto sventato dalla Polizia

Una banda composta da tre cittadini reggiani, di cui due minori, stava per mettere a segno un colpo ai danni dell'azienda di termosanitari di via Ruffini. L'intervento tempestivo della Volante ha permesso di fermarli e di sequestrare un arsenale di arnesi da scasso

Erano circa le ore 20 di ieri sera quando un cittadino che stava passando in via Ruffini, in zona San Cataldo, ha notato movimenti sospetti intorno all'azienda di termosanitari Corradini. Due giovani sono stati visti scavalcare il cancello ed introdursi nel cortile della ditta, mentre un complice li attendeva in auto. Subito è partita la segnalazione alla Polizia di Stato, che ha inviato una pattuglia della Squadra Volante per verificare.

I fatti raccontati dal testimone corrispondevano in tutto e per tutto, così i poliziotti hanno fermato subito l'auto con a bordo un componente della banda. I due ladri, nel frattempo, si erano allontanati riuscendo a sfuggire ai poliziotti, ma la loro latitanza è durata soltanto qualche attimo. I due, infatti, sono stati rintracciati a breve dagli agenti e accompagnati in Questura insieme al complice.

Il furto ai danni dell'azienda non era ancora stato consumato, ma le intenzioni della banda erano chiare. A riprova di questo è stata sequestrato un borsone che conteneva un vasto armamentario di attrezzi: tenaglie, piedi di porco, trapano, cacciaviti, forbici e altri attrezzi.

E' poi emerso che la targa montata sull'auto apparteneva in realtà ad un veicolo in uso all'amministrazione comunale di San Martino in Rio (RE) ed era stata montata sull'attuale macchina, che risultava in realtà radiata da ogni registro. Il capobanda è stato identificato come un 43nne pluripregiudicato, mentre i due "adepti" sono entrambi minorenni, di 16 e 17 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

Torna su
ModenaToday è in caricamento