Itinerari modenesi | Raccogliere i funghi sui nostri Appennini, regole e consigli utili

Dove, come, quando e in che modo prepararsi per la raccolta dei funghi? Ecco spiegate le regole vigenti sui nostri Appennini e alcuni consigli utili agli amanti della ricerca dei funghi

Le temperature si abbassano, le piogge si alternano a momenti di sole e i boschi degli Appennini si fanno sempre più umidi. E' il periodo perfetto per andare a funghi. Prima di partire, dato che è meglio farlo di mattina molto presto, sarebbe buono controllare le temperature sui nostri Appennini, infatti i funghi sorgono in maggiore quantità tra i 15 e 25 gradi, e solo in caso di un elevato tasso di umidità, perciò questo è il periodo giusto fino a fine Settembre, ma potrebbe protrarsi anche sino a metà Ottobre. 

COME PREPARSI ALLA RICERCA. Cercare e raccogliere i funghi non è una pratica così semplice come potrebbe esserlo nel raccogliere fragole o more. Infatti i funghi non sono attaccati agli alberi e non sono così evidenti, ecco allora alcuni consigli utili per trovarli: prima di tutto bisogna inoltrarsi in un bosco sempre con la luce del giorno, evitando avventure notturne, e non ascoltare chi dice che di notte con una torcia è più facile vedere i funghi bagnati. Quindi indossare scarponi alti o stivali in gomma, e munirsi di una bussola possibilmente. Non guardate solo per terra, perchè è buono controllare ogni tanto anche il cielo per non trovarvi in mezzo ad una tempesta di pioggia. 

COME CERCARE. Prima di tutto bisogna ricordarsi che i funghi non si nascondono sotto terra, perciò è inutile smuovere terriccio o rastrellare l'habitat, il bastone che avete con voi è d'appoggio non da aratro. Il miglior modo per trovarli è controllare nei pressi delle radici degli alberi o, in generale, nelle zone più "molli" del terreno.  Non raccogliere a scopo alimentare funghi nati in aiole cittadine o vicino a strade molto trafficate perché i funghi presentano proprietà di assorbimento e accumulo di particelle di metalli pesanti, rilasciati dagli scarichi dei mezzi a motore, molto dannosi per la nostra salute.

COME RACCOGLIERE I FUNGHI. Il fungo deve essere raccolto intero e non deve certo essere tagliato a filo terra, infatti il taglio del fungo non ha senso poiché sarebbe come raccogliere mele tagliandole a metà. Il fatto di pulire gli esemplari raccolti sul posto non serve certo a disseminare i funghi, in quanto le spore non sono attaccate al gambo, però è buona abitudine portare i funghi puliti a casa. E' fondamentale avere con sè un contenitore che permetta il facile passaggio dell'aria, come per esempio un cestello di vinimi. Perciò è assolutamente da evitare sacchetti di plastica o contenitori richiudibili, se no la vostra ricerca non è servita a nulla. 

IL REGOLAMENTO. Secondo l'opuscolo per la raccolta dei funghi del Parco del Frignano, per l'esercizio della raccolta dei funghi è necessario munirsi di un tesserino concesso dalla Regione Emilia-Romagna. Tale tesserino è utilizzabile anche per nelle zone della Comunità del Frignano e nell'Area Ovest dell'Appennino Modenese. E' consentito raccogliere nelle aree libere e non in quelle precluse ad uso economico, è facile riconoscerle perché sono ben segnalate, inoltre si richiede di non raccogliere più di 3 kg di funghi a persona per giornata. Il tesserino da 25 euro vi permetterà di raccogliere i funghi nei giorni di Martedì, Giovedì, Sabato e Domenica. Perciò non rimane che augurarvi buona raccolta funghi e buon divertimento. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Coronavirus, stranieri positivi rientrati in Italia e isolati. Salgono di 51 i casi in regione

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in ospedale

  • Nubifragio e allagamenti, disagi lungo la Pedemontana per gli smottamenti

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

Torna su
ModenaToday è in caricamento