Il Policlinico a favore del "Gigetto" per una mobilità sostenibile

Il Policlinico di Modena è impegnato per la mobilità sostenibile con una serie di iniziative, tra cui la partecipazione all’evento di Legambiente del 2 aprile

Il Policlinico di Modena è impegnato per la mobilità sostenibile con una serie di iniziative, tra cui la partecipazione all’evento di Legambiente del 2 aprile. Secondo dati dell’ARPA del Piemonte, l’inquinamento atmosferico è responsabile ogni anno, in Italia, di 60.000 decessi. D’altra parte l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di fare ogni giorno 10.000 passi, equivalenti a 7 km, per mantenersi in salute.

Un’Azienda Sanitaria ha il dovere di sensibilizzare gli utenti ed i dipendenti sull’importanza di una mobilità sostenibile e per questo il Policlinico ha deciso di aderire all’iniziativa di Legambiente dal titolo Il Fine giustifica i mezzi, che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della mobilità sostenibile, promuovendo l’utilizzo di “Gigetto”, la ferrovia Modena – Sassuolo. L’appuntamento, il 2 aprile, è alle ore 16, alla Stazione Piccola di Piazza Manzoni a Modena per un giro su “Gigetto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle 18,00 al Bar “Piccola Stazione” presso la Stazione Piccola vi sarà l’incontro illustrativo sul Piano della qualità dell’aria e sulla tutela della salute nella Costituzione col dottor Michele Stortini - Arpa Emilia Romagna, l’Avv. Fausto Giannelli - Associazione Giuristi Democratici e la dott.ssa Stefania Cerri, medico delle Malattie dell'Apparato Respiratorio del Policlinico di Modena

 L’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena è da tempo impegnata per la Mobilità Sostenibile con una serie di iniziative, tra cui la partecipazione all’evento del 2 aprile. “L’idea – spiega il direttore generale dottor Ivan Trenti – è quella di incentivare una mobilità di trasporto sostenibile che, oltre a ridurre l’inquinamento ambientale e acustico possa favorire il benessere fisico dei cittadini. Abbiamo già attivato il primo deposito di biciclette riservato ai dipendenti, al quale si accede tramite badge, che può ospitare 78 biciclette. A questo primo deposito affiancheremo altri spazi nei prossimi mesi”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Contagio. In provincia 11 casi, di cui 6 asintomatici del focolaio di Carpi

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Detenzione irregolare di armi, denunciati 17 modenesi durante le verifiche della Polizia

Torna su
ModenaToday è in caricamento