Ubriaco distrugge un'auto in sosta e la sua, i Carabinieri seguno le tracce e lo denunciano

E' successo la scorsa notte a Carpi in via Cremaschi. I militari hanno scoperto il 39enne di origine polacca che aveva causato l'incidente e si era allontanato senza un pneumatico

La scorsa notte i Carabinieri di Carpi sono stati chiamati in via Cremaschi, dove i residenti erano stati svegliati da un rumore forte, chiaramente riconducibile ad un incidente stradale. Lo sfortunato proprietario di una Opel Agila che era posteggiata lungo la strada ha dovuto constatare che il suo messo era stato urtato violentemente da un altro veicolo, che poi si era allontanato.

I militari, dopo un primo sopralluogo, hanno deciso di seguire l'unica pista lasciata dal pirata della strada: una scia molto "materiale", data dai solchi presenti sull'asfalto. Anche l'altra auto era rimasta infatti danneggiata ad una ruota anteriore e aveva perso addirittura la relativa gomma, sfregando così lungo la strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La caccia si è conclusa qualche centinaia di metri più in là, in via Plauto, dove la pattuglia dell'Arma ha rintracciato una Mercedes e il suo proprietario. Si trattava di un cittadino di nazionalità polacca, un 39enne che è stato colto dai Carabinieri in evidente stato di ubriachezza. L'uomo dovrà ora rispondere penalmente della "notte brava", sia per quanto riguarda le regole del condice della strada, sia per il danneggiamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19. Muore a soli 36 anni la delegata sindacale di Villa Margherita

  • E' positiva al virus ma esce in bicicletta, denunciata a Modena una 47enne

  • Famiglia senza più soldi, dopo l'annuncio in tv la spesa arriva a casa

  • Buoni spesa, a Modena fino a 500 euro a famiglia. Domande da lunedì

  • Coronavirus, in Emilia-Romagna 608 positivi e 75 decessi in più

  • Covid-19, da Modena lo studio per comprendere come funziona l’infezione 

Torna su
ModenaToday è in caricamento