Giovani abbastanza fieri di Modena, forte preoccupazione per il lavoro

Della città apprezzano soprattutto i servizi sociali e sanitari, ritengono buone le opportunità culturali e formative ma chiedono iniziative in campo lavorativo

I giovani modenesi come vedono la loro vita in città? Complessivamente, danno alla loro vita voto "sette" gli oltre 400 ragazzi intervistati per la ricerca commissionata dal Comune di Modena, con eccellenze che raggiungono l'otto per quanto riguarda la salute, le amicizie e i rapporti in famiglia. L'unica insufficienza l'assegnano a "Come si vive oggi in Italia". Di tutt'altro tipo, invece il giudizio che danno di Modena. Per il 35% di loro l'ambito territoriale a cui si sentono più legati è, appunto, la città; per l'8% addirittura il quartiere. Sono invece i 16,3% i ragazzi che sostengono di sentirsi in primo luogo parte dell'Italia e il 17,9 % quelli che mettono al primo posto il mondo. 

Il 75% degli intervistati è orgoglioso di vivere a Modena ("molto" il 19,3%, abbastanza il 55,5 e poco il 15,2). Della città apprezzano soprattutto i servizi sociali e sanitari che rispetto all'analoga ricerca condotta dall'Amministrazione comunale nel 2003 crescono nella considerazione dei giovani. Al secondo posto della classifica si piazzano i negozi e la possibilità di comperare riflettendo una dualità fatta di consumismo e solidarietà forse tipica della nostra società. Promosse anche la sicurezza delle persone, le iniziative culturali, la qualità dell'ambiente, le strutture scolastiche e le occasioni di svago. E se anche i servizi per i giovani e il lavoro (che a dire il vero peggiora rispetto al 2003) arrivano alla sufficienza, si ferma invece a 5,8 il voto medio assegnato alla mentalità dei modenesi, alla solidarietà e alla mobilità (viabilità, traffico e parcheggi) in città. 

In generale, il voto medio assegnato a Modena è 6,7 ma una percentuale pari a oltre il 60 per cento degli intervistati dà un giudizio della propria città decisamente molto buono, dal 7 al 10. A Modena i giovani ritengono di avere soprattutto buone opportunità culturali e formative, in seconda istanza buone possibilità di svago e distrazione e, al terzo posto, di partecipazione sociale. Ma arriva quasi al 57% la percentuale di quelli che ritengono non ci siano buone opportunità di occupazione, dimostrando di avvertire la crisi economica e le pesanti trasformazione in atto nell'ambito lavorativo. E all'Amministrazione comunale la maggior parte dei giovani chiede soprattutto iniziative in ambito occupazionale, per agevolare l'ingresso nel mondo del lavoro. Solo in seconda battuta, e in quest'ordine, vengono le richieste in merito a iniziative culturali, esperienze all'estero e contributi per l'affitto o l'acquisto della casa. Dall'indagine del 2003 emergeva invece che gli intervistati chiedevano al primo posto esperienze fuori Italia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stasera su Italia1 anche Modena protagonista della puntata de "Le Iene Show"

  • Finge di voler comprare un divano online e si fa accerditare 3.000 euro

  • Via libera all'accensione dei termosifoni. Disponibile anche il bonus per le famiglie

  • Non pagano la spesa e colpiscono i dipendenti, coppia denunciata all'Esselunga

  • Investito da una bicicletta, 46enne muore dopo un giorno in ospedale

  • Negoziante aggredisce alcuni clienti minorenni, arriva la Polizia

Torna su
ModenaToday è in caricamento