Ex Amcm, inizia la sospirata bonifica delle tettoie in amianto

Da lunedì 1 dicembre lavori di incapsulamento e smontaggio della copertura dell'ex deposito filobus, pulizia dell'area e sistemazione di una zona per la sosta di oltre 100 auto

Dopo proclami e rinvii, partiranno finalmente lunedì 1 dicembre i lavori di incapsulamento e smontaggio della tettoia in lastre in cemento amianto dello stabile ex deposito filobus nel complesso dell’ex Amcm in via Carlo SigonioL’intervento, che avrà un costo di circa 200mila euro e una durata complessiva di tre mesi, rientra nell’ambito dei lavori per il mantenimento e miglioramento della sicurezza degli edifici e dei beni immobili di proprietà o in disponibilità del Comune di Modena.

L'edificio è infatti in stato di decadimento: presenta una copertura ammmalorata e danneggiata e la pavimentazione delle aree interne ed esterne limitrofe è dissestata a causa dell’affioramento di radici e arbusti. Si è quindi ritenuta improrogabile l'esecuzione dei lavori di messa in sicurezza, raccolta rifiuti e smaltimento delle lastre di cemento amianto, la demolizione della struttura e la sistemazione di una piccola area adiacente.

Nel dettaglio, attenendosi scrupolosamente alle prescrizioni previste in caso di rimozione di amianto, si procederà alla demolizione completa della tettoia dell’ex deposito filobus e alla rimozione delle lastre e dei frammenti di fibrocemento, con l’accatastamento e l’imballo del materiale, il trasporto e lo smaltimento in discarica autorizzata. Saranno pulite e liberate da erbacce, cespugli, arbusti e altro, le aree interne ed esterne limitrofe e verrà sistemata una piccola area adiacente, sul lato ovest della struttura, per la futura sosta di oltre 100 autoveicoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

Torna su
ModenaToday è in caricamento