Treno Bologna-Vignola, entro l'estate tutta la linea sarà elettrica

Investimento importate della Region, 46 milioni, per ammodernare la tratta ferroviaria tra il capoluogo e Vignola. Circoleranno i nuovi treni Stadler, per migliorare il servizio ai 6.500 passeggeri giornalieri

Sarà tutta elettrificata entro l'estate la linea ferroviaria Bologna-Vignola. Oggi entra in funzione il terzo elettrotreno Stadler Etr350, inaugurato dall'assessore regionale Raffaele Donini e dalla presidente Tper Giuseppina Gualtieri nella sua corsa in partenza dal capoluogo alle 11.16. Entro la stagione estiva, poi, sarà fornito un ulteriore Etr350, portando a quattro i nuovi elettrotreni in servizio e completando così l'ammodernamento di tutta la flotta che copre le 43 corse quotidiane della linea. Non solo. La Bologna-Vignola verrà presto anche velocizzata, grazie al materiale voluto dalla Regione: al momento il tragitto dura 62 minuti, a settembre si calerà simbolicamente sotto l'ora (59 minuti) ma la prospettiva è scendere sotto quota 50. 

L'intera dotazione degli Stadler Etr entro la fine dell'anno coinvolgerà anche la linea Bologna-Portomaggiore, che registra già tre convogli di questo tipo, come li registrano la Porrettana (tre), la Bologna-Poggio Rusco (due), la Ferrara-Bologna-Imola-Rimini (due), la Modena-Mantova (uno) e la Bologna-Milano (uno). Se ogni treno si aggira intorno ai sei-sette milioni di euro di costi, ecco l'impianto del budget: lo scorso novembre Tper ha deliberato l'acquisto di altri sette Etr350, come acconto degli degli obblighi di investimento del materiale rotabile previsti dal prossimo contratto di servizio regionale: insomma si anticipa rispetto al 2019, la data di decorrenza del nuovo contratto. L'investimento vale oltre 46 milioni di euro e consentirà di avere treni nuovi già nel corso del 2017, con un contributo ad hoc della Regione di otto milioni. 

I nuovi Stadler sono convogli "moderni" a cinque carrozze: contano 265 posti a sedere e 350 in piedi, otto ampie porte di accesso, due postazioni per le carrozzine, due toilette una delle quali per disabili, ganci in grado di trasportare in sicurezza fino a 18 bici, la climatizzazione integrale. Commenta entusiasta Donini sul nuovo treno svizzero arrivato oggi: "È il settimo treno nuovo che mettiamo in esercizio in sei mesi quest'anno, grazie all'accordo Regione-Tper-Trenitalia per l'anticipo dei convogli nuovi con la gara del ferro. 

La linea Bologna-Vignola è molto trafficata, con 6.500 passeggeri al giorno. In generale, stiamo migliorando e il Servizio ferroviario metropolitano di Bologna, che abbiamo sbloccato coi 332 milioni messi a disposizione dallo Stato, sarà la punta di diamante del sistema regionale". 

Soddisfatta anche Gualtieri, la quale ricorda che "Tper contribuisce con l'acquisto della fornitura nei tempi previsti e con l'impegno della gestione, interventi che richiedono un gran lavoro e tanto personale". Sorridente il sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno, a sua volta stamane in stazione a Bologna: "Molti nostri cittadini utilizzano la linea Bologna-Vignola, questa mobilità sostenibile va incentivata sempre piu' con iniziative di questo tipo. Gli investimenti di Regione e Tper sono fondamentali e portano miglioramenti notevoli, e questo è solo l'inizio: ne arriveranno altri".

(DIRE)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

Torna su
ModenaToday è in caricamento