Itinerari Modenesi | Le 6 curiosità che non sapevate sul Palazzo Ducale di Sassuolo

La residenza estiva della famiglia Estense è uno dei palazzi ducali dagli affreschi più belli d'Italia. La ricerca dell'esotico e dell'arte decorano mura che racchiudono leggende e curiosità

Interni del Palazzo Ducale di Sassuolo

Il Palazzo Ducale di Sassuolo è una delle residenze ducali italiane più ricche di affreschi che possiamo trovare in Italia. E' poco conosciuto a livello nazionale, ma nel nostro territorio rappresenta il simbolo delle Delezie Estensi. Prima proprietà della famiglia Pio, poi residenza estiva della famiglia ducale, specialmente dopo la fuga da Ferrara e la proclamazione di Modena quale capitale del ducato. Ecco le 6 curiosità che potrete trovare visitando questo palazzo: 

DUCA E DUCHESSA VIVEVANO SEPARATI. Se nelle favole ci immaginiamo che i regnanti siano in un perenne stato di amore, la realtà è ben diversa. Infatti durante l'epoca dei duchi, marito e moglie vivevano in appartamenti ben distanti, tanto che è stato edificato un lungo corridoio che li separasse, il corridoio di Bacco. Qui possiamo trovare una particolare illustrazione: si tratta dei finti arazzi, disegnati sui muri e, che insieme ad altri elementi, sono solo il frutto del pennello quando in realtà la prospettiva sembra farli uscire dalla parete su cui sono stati dipinti. 

UNA DONNA DUCA, LA SCRITTA MISTERIOSA SUL QUADRO. Osservando questo quadro si nota una scritta abbastanza ambigua "Duca" indicando non su un uomo ma su una donna. Si tratta di Laura Martinozzi una donna che resse come duca sui territori di Modena e Reggio Emilia. Una particolarità per l'epoca maschilista e misogena in cui era immersa la cultura delle signorie europee. Ella divenne duca alla morte del marito di Alfonso IV d'Este e fu il governatore più capace nel combattere il crimine. 

ANIMALI ESOTICI DENTRO IL PALAZZO. Il duca Francesco I, il fautore del progetto attorno al palazzo di Sassuolo, era un amante della cartografia e della natura. La passione per l'esotico è visibile dentro il palazzo di Sassuolo, infatti è facile imbattersi in figure non appartenenti al nostro contesto modenese, per esempio una scimmia. 

QUADRI CONTEMPORANEI NEL PALAZZO DI SASSUOLO. Francesco I era uno dei duchi più all'avanguardia della sua epoca, per esempio fu tra i primi a porre il bagno all'interno delle mura del palazzo. A dimostrare questa passione per l'arte della sua epoca, in particolari i quadri visibili nella Sala Bianca che all'epoca erano visti con gli stessi occhi con cui oggi vediamo i quadri dell'arte contemporanea. Proprio per questo nelle medesime stanze oggi è possibile vedere i nostri quadri ed opere d'arte a noi contemporanei, proprio per trasudare quel concetto di attuale che si rinnova continuamente.

UN PARCO LUNGO 12 KM. Dietro al palazzo ducale di Sassuolo si estende un enorme parco, che sembra perdersi tra le colline che fanno da sfondo ad un panorama che in autunno ci regala contrasti di colori freddi e caldi. All'epoca di Francesco I il parco era lungo 12 Km e raggiungeva Magreta. Era infatti il luogo adibito alla caccia. 

ESERCITAZIONI ESTIVE MILITARI. Pochi sanno che questo palazzo è stato utilizzato sino agli inizi degli anni '90 come luogo per le esercitazioni militari estive dei cadetti dell'Accademia di Modena. Un paradosso pensando che all'epoca degli Estensi quello di Sassuolo era il palazzo estivo della famiglia ducale, mentre l'attuale Accademia era la residenza tipica del resto dell'anno. Concesso dal re Umberto di Savoia al ministero della difesa, era un ottimo luogo per fare esercitazioni in collina. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

Torna su
ModenaToday è in caricamento