Chiusura del Kyi, la direzione: “Mai somministrato alcol a minori”

Dopo il provvedimento del Questore arriva la replica dei gestori del locale di Baggiovara, che dichiarano l'estraneità del personale ai casi di assunzione di alcol da parte di ragazzi minorenni durante la sera “incriminata”. Legali al lavoro per ottenere la riapertura

La direzione del Kyi di Baggiovara - dopo la sospensione dell'attività imposta dalla Questura - espone le proprie ragioni attraverso una nota stampa, rigettando le accuse che hanno portato l'Autorità a chiudere il locale per 30 giorni. Nel mirino erano finiti i casi di assunzione smodata di alcol da parte di alcuni minori, che la notte tra il 28 e il 29 novembre scorso aveva portato all'intervento del 118. Ma la discoteca fa sapere che i minorenni in questione non possono aver ricevuto bevande alcoliche da parte del personale.

“All'interno del locale – spiega la direzione - non vengono somministrati alcolici ai minori di anni 18: a tutti i baristi ed a tutti i camerieri sono state prescritte procedure 'identificative' tese ad evitare la somministrazione di alcoli a minori, che prevedono anche l'esibizione del documento di indentità dell'avventore. I baristi e i camerieri, interpellati in merito, hanno confermato la sussistenza di tali procedure anche con riferimento alla serata del 28-29 novembre scorso, e quindi la direzione esclude che anche quella sera possano essere stati somministrati alcolici direttamente dal personale del Kyi a minorenni”.

Il Kyi rimarca dunque la propria sensibilità verso la tematica – supportata dalla frequenza dei corsi tenuti di concerto da Confesercenti e Assessorato – spiegando che i legali sono già stati incaricati di “procedere nelle forme di rito per portare all'attenzione delle Autorità tali circostanze, corroborate da fonti di prova, ed ottenere quanto prima la riapertura del Kyi”. La direzione della discoteca rimane comunque fiduciosa nel lavoro della Pubblica Autorità nonchè della Magistratura, e si adopererà sin d'ora perchè venga fatta chiarezza ed emerga la verità su come i ragazzi minorenni citati si siano procurarati bevande alcoliche quella sera.

Inoltre, viene rimarcato come il provvedimento adottato dalla Questura non faccia “riferimento ad episodi di violenza, come invece taluno ha erroneamente riportato via web, parlando di risse che si sarebbero verificate all'interno del locale. Lo si ribadisce, nessuna rissa si è consumata all'interno del Kyi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Inceneritore e qualità dell'aria: "I rifiuti da fuori Modena inquinano come 100mila auto"

  • Scappa di casa a soli 10 anni, ritrovato in stazione in piena notte

  • Licenziati due dipendenti della Polcart, i colleghi minacciano lo sciopero

Torna su
ModenaToday è in caricamento