Trattenuta dal negoziante dopo un furto, chiama i carabinieri e si autodenuncia pur di andare via

Intervento surreale per i militari, chiamati da una donna che aveva appena cercato di rubare tre confezioni di palloncini gonfiabili

Ieri pomeriggio intorno alle ore 15 i Carabinieri sono intervenuti presso uno dei tanti "mercatoni" gestiti da cittadini cinesi, dove si era appena consumato un taccheggio. Niente di strano, fino a qui, non fosse che ad avvertire telefonicamente i militari è stata la stessa ladra. Durante una conversazione - immaginiamo piuttosto surreale - con l'addetto della centrale operativa dell'arma, la donna ha ammesso e spiegato che aveva rubato tre confezioni di palloncini gonfiabili, per un valore di ben 1.50 euro, ma che il commerciante se ne era accorto e l'aveva fermata alla cassa.

In buona sostanza, la ladra si trovava in difficoltà di fronte al più che comprensibile tentativo del negoziante cinese di farsi pagare la merce, motivo per cui ha ben pensato di chiedere l'intervento delle forze dell'ordine affinché l'aiutassero ad uscire dal negozio. Tant'è.

I Carabinieri sono così stati costretti a sedare la disputa e alla fine la donna, di origine nomade, ha pagato i 50 centesimi di una confezione e ha lasciato le altre due. Il negoziante non ha sporto querela e la vicenda si è chiusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

Torna su
ModenaToday è in caricamento