Maranello, lavori contro le buche sulla Pedemontana

Lavori al via sabato 4 maggio per il risanamento temporaneo dei punti più critici in vista degli interventi strutturali programmati durante le ferie estive

A Maranello parte sabato 4 maggio, lungo la strada provinciale 467 Pedemontana, in un tratto lungo circa 350 metri compreso tra Pozza e lo stabilimento della Ferrari, un intervento della Provincia di Modena per sistemare buche e avvallamenti presenti sul fondo stradale. Si tratta di lavori di risanamento temporaneo dei punti più critici in vista degli interventi strutturali programmati durante le ferie estive quando il traffico è meno intenso.

Come sottolinea Egidio Pagani, assessore provinciale alle Infrastrutture, «per risanare un tratto di due chilometri della Pedemontana, abbiamo previsto risorse straordinarie pari a tre milioni di euro. L’intervento estivo consisterà nella bonifica dell’intero pacchetto della sovrastruttura stradale, a partire dagli strati di fondazione». I lavori si svolgeranno presumibilmente tra luglio e agosto, e si estenderanno su una superficie di circa 25.000 metri quadri per uno sviluppo complessivo superiore ai tre chilometri.

La neve e la pioggia di queste ultime settimane hanno provocato il progressivo deterioramento delle pavimentazioni stradali lungo un’arteria caratterizzata da elevati volumi di traffico, con rilevanti percentuali di mezzi pesanti (la percorrenza annua risulta superiore ai 7 milioni di veicoli, con una percentuale di mezzi pesanti del 12 per cento). Per garantire una maggiore sicurezza, la Provincia lungo il tratto in questione aveva introdotto il limite di velocità a 50 chilometri orari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

Torna su
ModenaToday è in caricamento