Via Carteria: madre e figlio intossicati da una stufa a gpl

L'episodio la scorsa notte: secondo le prime ricostruzioni della Polizia municipale, intervenuta sul posto con i Vigili del fuoco, la donna avrebbe usato per riscaldare l’ambiente una stufa a Gpl non munita di scarico

Via Carteria

na madre 35enne e il figlio di 5 anni, cittadini di origine turca, sono stati ricoverati al Policlinico questa notte all’una e 40 circa, intossicati da monossido di carbonio in un appartamento di via Carteria. Secondo le prime ricostruzioni della Polizia municipale, intervenuta sul posto con i Vigili del fuoco, la donna avrebbe usato per riscaldare l’ambiente una stufa a Gpl non munita di scarico. A dare l’allarme, è stata la madre della 35enne, che si era recata da lei per convincerla a riunirsi al nucleo familiare, ospitato in città da parenti perché le utenze dell’appartamento in via Carteria, dove la famiglia manteneva la residenza, erano staccate. La donna intossicata vi si era trasferita ugualmente con il bambino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

  • Neve su tutta la provincia, viabilità a rilento. Spargisale sulle strade provinciali

Torna su
ModenaToday è in caricamento