Raccoglie mirtilli senza autorizzazione, sequestro e multa a Pievepelago

Sanzione da 500 € per un raccoglitore. Nel Parco dell'Appennino non è possibile raccogliere liberamente questo frutto entro un dato quantitativo giornaliero

Aveva raccolto oltre venti chili di mirtilli senza la prevista autorizzazione. Il responsabile è stato scoperto dalla Polizia provinciale e sanzionato con una multa di 500 euro; il raccolto è stato sequestrato e consegnato all'Ente parchi Emilia centrale. L'episodio è avvenuto nella mattina di venerdì 2 agosto nella zona di Pievepelago, nell'ambito dei controlli sul rispetto della regolamento dell'Ente parchi Emilia centrale sulla raccolta di frutti del sottobosco.

Il regolamento prevede, per i residenti nel territorio del parco, un limite massimo di cinque chili giornalieri (un chilo per i non residenti), con possibilità di raccogliere un quantitativo maggiore (massimo 100 chili al giorno) ma solo se in possesso di un'apposita autorizzazione stagionale, riservata ai residenti per scopi commerciali.  I residenti, inoltre, possono chiedere, una sola volta nell'arco della stagione, un'autorizzazione giornaliera per un massimo di 20 chili. 

La raccolta dei frutti del sottobosco è partita il 1 agosto per proseguire fino 30 settembre.  Oltre alla Polizia provinciale, l'attività di controllo sulla corretta attività a salvaguardia dell'ambiente naturale del sottobosco è garantita dalla guardie dell'Ente parchi Emilia centrale e dai Carabineri forestali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Carambola fra quattro auto in via Giardini a Formigine, grave un'anziana

  • Sospetto caso di Dengue, disinfestazioni in tre aree della città

  • Il ladro finisce in carcere e ringrazia i carabinieri che comprano i pannolini per il figlio

  • Gravi incidenti in sequenza, martedì nero sullo snodo autostradale di Modena

  • Prevenzione dell’ictus, la Chirurgia Vascolare di Baggiovara introduce una nuova variante

Torna su
ModenaToday è in caricamento