Carpi, commercio non autorizzato tra cittadini dell'est Europa

Controlli di Polizia e Municipale nei parchi dove nei fine settimana si ritrovano gli immigrati. Sequestrati prodotti di vario genere messi in vendita senza autorizzazione

Sabato scorso la Polizia di Stato del Commissariato di Carpi ela Polizia Municipale Terre d'Argine hanno effettuato verifiche nei parchi cittadini, punto di ritrovo tra l’altro di numerosi cittadini dell’est Europa per la consegna di pacchi a improvvisati “vettori” che trasportano prodotti destinati ai loro familiari rimasti nel paese d’origine. Luoghi spesso molto animati che le forze dell'ordine hanno voluto controllare nell'ambito di uno degli ormai consueti servizi integrati.

Nel corso dell’attività sono stati controllati 12 autoveicoli ed identificate 27 persone tra cittadini di nazionalità ucraina, moldava, rumena e polacca, tutti regolari sul territorio nazionale.

Nei confronti di due persone sono state irrogate sanzioni amministrative pari a 5164 euro ciascuno per commercio abusivo su area pubblica. Al momento dell’arrivo delle forze dell’ordine, infatti, i due soggetti stavano vendendo profumi e prodotti alimentari senza la relativa autorizzazione. La merce per un valore di 1400 euro è stata sottoposta a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate mute e squilli dalla Tunisia, anche a Modena boom di truffe "ping calls”

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Il futuro dell’Oncologia modenese, riconoscimenti per tre giovani ricercatori

  • Madre denuncia la scomparsa del figlio, rintracciato in carcere a Oslo

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

Torna su
ModenaToday è in caricamento