Multe ridotte del 30 per cento? Ecco come funziona

La Polizia Municipale dei Comuni di Formigine, Fiorano, Maranello e Prignano chiarisce le modalità che consentono ai cittadini a cui è stata elevata una contravvenzione di beneficiare delle novità introdotte dalla legge di conversione del cosiddetto “Decreto del Fare”

La Polizia Municipale dei Comuni di Formigine, Fiorano, Maranello e Prignano chiarisce le modalità che consentono ai cittadini a cui è stata elevata una contravvenzione di beneficiare delle novità introdotte dalla legge di conversione del cosiddetto “Decreto del Fare” (decreto legge n. 69/2013). Con tale norma è stato infatti modificato l’articolo 202 del Codice della strada prevedendo la possibilità per il trasgressore, da oggi 21 agosto, di beneficiare per le violazioni stradali di una riduzione del 30% sull’importo dovuto quale pagamento in misura ridotta per le sanzioni amministrative pecuniarie. Per beneficiare della riduzione sono indispensabili alcune condizioni: il pagamento deve avvenire entro i 5 giorni (anziché entro i 60 giorni) successivi alla contestazione o alla notificazione del verbale; che per tale violazione non sia prevista, in aggiunta alla sanzione pecuniaria, anche la sanzione accessoria della confisca del veicolo (con relativo sequestro dello stesso) oppure della sospensione della patente di guida (con relativo ritiro del documento). Si ricorda che la riduzione si applica solo sull’importo della sanzione e non sulle spese di notifica. La riduzione non si applica in caso di presentazione di ricorso al Prefetto o di opposizione al Giudice di Pace. 

La possibilità di pagare entro 5 giorni l’importo della contravvenzione decurtato del 30% sarà indicato espressamente dall’agente accertatore sullo stesso verbale consegnato sulla strada al momento della contestazione, oppure sarà indicato sul verbale notificato all’intestatario del veicolo, verbale che indicherà anche le modalità di pagamento. Nel silenzio della legge le Amministrazioni Comunali hanno deciso di applicare le riduzioni anche ai cosiddetti “preavvisi di accertata violazione alle norme del codice della strada” (i bigliettini gialli che vengono apposti sulle auto in divieto di sosta). Si potrà pagare in forma agevolata fino all’avvio della procedura di notificazione del verbale relativa allo stesso. 

Qualora detta procedura sia già stata avviata è comunque ammesso il pagamento in forma agevolata entro 5 giorni dalla notifica del verbale ma in questo caso il trasgressore dovrà pagare anche le spese di lavorazione e spedizione del verbale calcolate in euro 18,00. Si precisa quindi che la riduzione può essere richiesta anche da coloro che hanno ricevuto un verbale o un “preavviso” in un momento antecedente la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per il quale non siano ancora decorsi i prescritti cinque giorni (cioè dalla data del 16 agosto compresa). Ad esempio, per un verbale notificato in data 17 agosto c’è la riduzione solo se si paga entro il 22 agosto, per un verbale notificato in data 18 agosto solo se si paga entro il 23 agosto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Livelli dei fiumi in crescita e strade allagate. Chiusi ponti e sottopassi

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

Torna su
ModenaToday è in caricamento