Neve Modena, il "Colonnello" Pighi sfida il Generale Inverno

Dopo il "sabbione", il Sindaco gioca la carta della "dischettiera" per rimuovere il ghiaccio dalle strade e lancia per questa domenica la "spalata comunitaria": ora le spese salgono a 800mila euro

La "dischettiera" che utilizzerà il Comune sulle strade

Assume sempre di più i tratti di una partita a scacchi il confronto tra il Generale Inverno e il "Colonnello" Giorgio Pighi, Sindaco di Modena, assistito dai suoi fedeli luogotenenti, assessori e dirigenti del Comune. L'Inverno ha invaso la città con la neve, Pighi ha risposto con spargisale e spazzaneve, il meteo ha rilanciato con le gelate, il Comune ha reagito con il "sabbione", il maltempo ha alzato la posta abbassando ulteriormente le temperature per consolidare il ghiaccio sulle strade, il Comune ha ribadito il concetto con le "dischettiere", un utensile solitamente usato in ambito agricolo per macinare il terreno che stavolta servirà per rompere lo spesso strato di ghiaccio che ricopre ancora molte strade modenesi. Il sistema è stato sperimentato stamattina in via Poli e in via Ghiaroni: una lama anteriore solleva la lastra che viene poi frantumata dalla serie di dischi affilati installati sul retro del mezzo. L'unico inconveniente è che la dischettiera, lavorando praticamente a contatto con l'asfalto, "ferirebbe" il manto stradale, costringendo gli operatori a interventi di manutenzione aggiuntivi, oltre a quelli già previsti per la rimozione del "sabbione", operazione quest'ultima che richiederebbe tre giorni.

SPESE E GHIACCIO - Come tutte le guerre, del resto, anche quella tra il Generale Inverno e il Colonnello Pighi ha un costo per la collettività: ammonta, infatti, già a 800mila euro la spesa sostenuta dall'Amministrazione comunale per fronteggiare questi giorni di neve e di gelo. I mezzi spargisale sono passati da 14 a 19, mentre le 116 lame costantemente in allerta 24 su 24 hanno visto avvicendarsi alla guida 250 autisti. Sulle strade modenesi, dal 31 gennaio ad oggi sono state sparse 1300 tonnellate di sale, mille in più Roma: le scorte presto saranno rimpinguate dall'arrivo di altre mille tonnellate da Taranto. "È evidente che ci disagi sono ancora sulle strade periferiche, lo sapevamo anche dal Piano Neve, ma stiamo facendo di tutto per risolvere il problema - ha detto l'assessore ai lavori pubblici Antonino Marino - Rinnoviamo l'invito ai modenesi di uscire solo se strettamente necessario, per stasera e per questo fine settimana sono previste nuove ondate di neve". Le ingenti risorse spese per le neve andranno stornate dagli investimenti ancora in corso di quantificazione: "La sicurezza dei cittadini è la nostra prima priorità - ha spiegato Marino - In ogni caso, rimangono le quattro gare per la manutenzione stradale previste per il prossimo anno". Secondo quanto riportato dall'assessore, l'impegno messo in campo dal Comune sarebbe stato superiore rispetto quanto previsto dal Piano Neve: "Siamo intervenuti anche nei parcheggi delle scuole nonostante non fosse previsto dal piano - ha ricordato Marino - Sono convinto che continueremo ad avere qualche parcheggio o qualche strada ghiacciata, ma faccio appello ai cittadini a comprendere che stiamo cercando in tutti i modi di rendere più accessibili le strade principali".

SPALATA COMUNITARIA - Osservando come non proprio tutti i cittadini siano stati disciplinati e ligi al dover nel pulire il marciapiede di casa, il Sindaco Giorgio Pighi ha forse ripreso l'appello lanciato ieri dal carpigiano Giovanni Maestri e ha spronato i modenesi a darsi da fare: "I nostri uffici sono sempre aperti per raccogliere segnalazioni e fornire le informazioni necessarie, ma è opportuno che ognuno faccia la propria parte - ha rilanciato il primo cittadino - spalare la neve davanti alla propria casa senza gettarla in strada per non creare problemi al passaggio dei mezzi pubblici, non creare intralci inutili nei parcheggi, limitare l’intasamento di auto intorno alle scuole. Sono tanti piccoli sforzi individuali che possono notevolmente aiutare tutti". Coerentemente con questo messaggio, l'Amministrazione ha copiato l'idea messa in pratica domenica scorsa a Sassuolo: la "spalata comunitaria". Domenica 10 febbraio alle 10, infatti, si costituiranno gruppi di volontari per ripulire gli ingressi e i parcheggi davanti alle scuole del territorio comunale. I volontari, che usufruiranno di un’assicurazione nominale, saranno assistiti da tecnici comunali e personale della Protezione civile comunale. Per partecipare bisogna rivolgersi all’Ufficio relazioni con il pubblico di piazza Grande (tel. 059 20312, piazzagrande@comune.modena.it) e negli uffici nelle quattro Circoscrizioni per presentarsi nelle quattro sedi domenica 10 febbraio alle 10 con le proprie pale. I volontari interverranno negli accessi alle scuole in cui i Comitati genitori hanno più difficoltà ad organizzarsi autonomamente e dove la Protezione civile e il servizio Manutenzione comunale hanno evidenzato maggiori difficoltà.

SENZA TETTO - Sempre nell'ambito del piano "Emergenza Freddo", l'assessoreto alle Politiche Sociali ha aperto un punto di accoglienza straordinario nei locali messi a disposizione della parrocchia di San Faustino lungo via Giardini. La decisione è stata presa lunedì nel corso di un incontro tra Comune, enti e associazioni del volontariato. Il punto di accoglienza potrà ospitare fino a 12 persone solo nelle ore notturne e sarà gestito dalla Protezione civile e dai volontari delle associazioni che partecipano al progetto “Emergenza freddo” quali Croce Blu, Croce Rossa Italiana, Misericordie, Porta aperta, Caritas diocesana e parrocchie. Non si tratta di un servizio ad accesso diretto poiché la valutazione degli ingressi viene fatta dai Servizi sociali comunali e per poter accedere bisogna rivolgersi al punto di accoglienza aperto al Centro stranieri. Nel corso dell’incontro di lunedì si è inoltre stabilito di incrementare il monitoraggio in città delle situazioni di disagio per i senzatetto e di tenere ancora aperta la sala d'attesa della stazione ferroviaria tutta la notte per coloro che necessitano di un luogo dove trovare riparo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

Torna su
ModenaToday è in caricamento