"Notti sicure" pronti 1500 etilometri distribuiti dai giovani nei locali serali

All'indomani dell'introduzione dell'omicidio stradale l'Osservatorio Provinciale Sicurezza Stradale di Reggio Emilia ha messo a disposizione 1.500 etilometri per il controllo nella provincia di Modena.

Le volontarie

All'indomani dell'introduzione dell'omicidio stradale l'Osservatorio Provinciale Sicurezza Stradale di Reggio Emilia ha messo a disposizione 1.500 etilometri per il controllo nella provincia di Modena. L'operazione è stata concordata con le Farmacie Comunali di Modena e l'appoggio del Comune di Modena e del Sert, ma le vere protagoniste dell'iniziative sono le 20 volontarie che durante la notte distribuiranno gli etilometri nei locali. 

L'INIZIATIVA. "L'iniziativa vedrà impegnato un gruppo di giovani dai 18 ai 30 anni che si posizioneranno all’ingresso di alcuni locali della città - ha spiegato Michele Andreani, presidente delle Farmacie Comunali - e abbiamo deciso di rivolgere questa iniziativa ai giovani proprio perché vogliamo veder crescere frutti positivi dalla riduzione dei rischi della pericolosità comportata dall'assunzione abbondante di alcool e da farmaci non prescritti."

LA PRIMA INIZIATIVA DAL 22 AL 25 APRILE. Il weekend scelto per la prima prova dell'iniziativa a Modena è quello del ponte che va dal 22 al 25 Aprile e comprenderà sia una decina di discoteche, che altri locali frequentati dai giovani prima di andare a ballare. Un'altra novità è costituita dagli occhiali che saranno fatti indossare ai giovani per fargli capire come si vede quando si ha un tasso alcolemico di 1-1,2 ossia quando è doppio a quello consentito. I giovani volontari distribuiranno il materiale del Comune e del Sert. 

LA VIDEO INTERVISTA

I LOCALI CHE PARTECIPANO ALL'INIZIATIVA. Fra i locali interessati dall’iniziativa (che si svolgerà nelle serate comprese tra il 21 ed il 24 aprile) vi saranno: Baluardo, Snoopy, Tube, Gilda, Crepa, Kyi ed alcuni altri locali “pre-discoteca”. A proposito era presente anche Gabriele Fantussi, non solo imprenditore di locali notturni ma anche presidente provinciale del Sindacato Italiano Locali Ballo. Al termine della distribuzione, alcune centinaia di etilometri verranno diffusi anche in alcuni istituti scolastici superiori della provincia di Modena, soprattutto laddove sono stati svolti programmi di educazione stradale.

COSA DICONO I VOLONTARI. Tante sono le motivazioni che hanno portati i giovani volontari ad aderire al progetto. "E' importante distinguere che dentro la discoteca si scherza, ma quando si sale in automobile non si scherza più - ha commentato una nota vocalist modenese - anche perché molta gente con la patente ci lavora e non ne vale la pena perderla". E un'altra volontaria spiega: "Un ragazzo sensibilizza i coetanei sia per sè stesso che per la sua comunità. La sensibilizzazione da parte dei coetanei ha sicuramente più efficacia che se fatta da un adulto."

NASCE L'OSSERVATORIO DI MODENA. Fra le novità presentate stamani anche la nascita dell’Osservatorio Provinciale Sicurezza Stradale di Modena, che proprio da quest’attività di prevenzione prenderà il via con una serie di iniziative che saranno di volta in volta presentate. Il responsabile modenese sarà Maria Grazia Martinelli, che già da tempo opera in questo settore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

Torna su
ModenaToday è in caricamento