Ravarino: violentò bambina di 8 anni, pedofilo in manette

Nel 2004, uno straniero approfittò dell'assenza del genitore per abusare di una bimba: mercoledì sera l'esecuzione dell'ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Bologna

Approfittò dell'assenza del genitore per abusare della figlia di soli otto anni. Per questa ragione la Squadra Mobile di Modena, nella serata di mercoledì 20 giugno, ha dato esecuzione all'ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Bologna nei confronti di O. F. B. A., 42enne tunisino, ritenuto responsabile di violenza sessuale ai danni di minore di anni quattordici. I fatti contestati risalgono al 2004: l'uomo, allora convivente con un ucraino e i suoi due figli a Ravarino, abusò della piccola. Nel corso del tempo, il pedofilo non si era mai allontanato più di tanto mantenendo la residenza in paese: l'uomo è stato rintracciato infatti nella sua abitazione  e ammanettato. Tratto in arresto, è stato condotto alla Casa Circondariale di Sant'Anna. Lo attende una pena di 4 anni e 4 mesi di reclusione.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento