Cerca di difendersi dal compagno violento, ma lo spray è una truffa. 43enne in ospedale

Ennesima lite violenta tra una coppia di stranieri. La donna è stata tradita anche da una bomboletta non funzionante. L'uomo era giò noto alle forze dell'ordine per aver cercato di darsi fuoco davanti alla caserma dei Carabinieri

Proseguono a ritmo incalzante gli interventi dell'Arma dei Carabinieri in situazioni di violenza domestica, che stanno facendo segnare un'impennata preoccupante. L'ultimo in ordine di tempo è avvenuto a Modena, dove si è venuta a creare una situazione particolare all'interno di una coppia già conosciuta per un passato turbolento e a tratti drammatico. Protagonisti sono due stranieri, un turco di 50 anni e una cittadina dell'Est Europa, 43enne e madre di due bambini piccoli.

Ieri sera intorno alle ore 20 i due hanno dato vita all'ennesimo conflitto fra le mura di casa, nato sempre per motivi relazionali che si potrebbero definire comunemente "futili", ma che certo non lo sono per chi li vive sulla propria pelle quotidianamente. Quando il 50enne si è fatto aggressivo, la donna ha cercato di reagire e lo ha fatto attraverso una bomboletta di spray urticante che aveva acquistato proprio per far fronte alla violenza del compagno, non nuovo a percosse. Purtroppo per la signora, però, la bomboletta si è rivelata una truffa e dall'ugello non è uscita la nuvola di gas, bensì un semplice liquido rossastro. L'effetto è stato solo quello di macchiare il volto dell'uomo e di renderlo ancora più furioso.

I militari sono arrivati sul posto e hanno fermato il 50enne, che è stato accompagnato in caserma. La 43enne è invece stata portata al pronto soccorso dove è stata medicata per le lesioni subite, per fortuna nulla di troppo grave. Ora si trova presso un Centro Antiviolenza, insieme ai due figli.

Il convivente è stato denunciato a piede libero, mentre spetterà all'autorità giudiziaria stabilire - nei tempi brevi imposti dalla normativa Codice Rosso - quali misure adottare nei suoi confronti. La situazione è particolarmente delicata, dal momento che il cittadino turco ha già dato in passato prova di essere incline a comportamenti spregiudicati. Si tratta infatti della stessa persona che aveva tentato di darsi fuoco davanti alla stessa caserma dell'Arma, un gesto dettato dalla volontà di rivedere il figlio dopo un allontanamento dalla compagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento