Polizia municipale, a Modena le prime 31 sanzioni ridotte del 30%

Allo sportello cassa dell'Autostazione un terzo di utenti in più rispetto alla media. Tutti i cittadini che si sono recati a pagare erano informati della nuova opportunità

Sono stati 43 i cittadini modenesi sanzionati dalla Polizia municipale che si sono recati questa mattina, mercoledì 21 agosto, all’ufficio cassa della stazione delle corriere per pagare. Trentuno di loro, grazie al “Decreto del Fare”, hanno potuto godere, nella prima giornata di applicazione, della riduzione del 30 per cento sull’importo della sanzione, pagando la somma entro cinque giorni dalla contestazione, notificazione o, in caso di provvedimento legato alla sosta, dal momento in cui il preavviso di accertamento viene lasciato sul parabrezza da agenti o ausiliari. Gli altri 12 cittadini hanno pagato con la normale riduzione per chi si reca allo sportello. Tutti gli utenti hanno riferito di essere a conoscenza della nuova normativa e l’afflusso allo sportello cassa ha registrato un aumento di circa un terzo di pagamenti rispetto a una media che di solito è di 25/30 persone.

Occorre precisare che i dati raccolti si riferiscono soltanto alla cassa del posto della Municipale all’Autostazione, quindi solo di una parte, perchè per i pagamenti effettuati con altre modalità (uffici postali o altro) nella giornata di oggi, la rilevazione sarà possibile solo tra qualche giorno.

Nell’interpretazione della normativa, condivisa in un recente incontro dei comandanti di Polizia municipale della provincia di Modena al Comando di via Galilei, è emersa la scelta di consentire il pagamento agevolato anche prima della notificazione, cioè entro cinque giorni da quando l’automobilista trova sul parabrezza del veicolo il preavviso di accertamento. Per questa ragione sul preavviso saranno riportati sia l’importo della sanzione che quello ridotto per effetto della nuova agevolazione. Nei casi in cui la sanzione sia stata direttamente contestata dall’accertatore o notificata, il countdown dei cinque giorni di tempo per il pagamento agevolato partirà dal momento della contestazione o notificazione. Per il computo dei termini, come previsto dal Codice civile, non si conta il giorno della notificazione o di consegna dell’atto. Se un verbale, per esempio, viene contestato o notificato il 20 agosto, il termine dei cinque giorni scadrà il 25 agosto.

Il decreto prevede il pagamento agevolato solo per sanzioni accertate per violazioni al Codice della strada, fatta eccezione per quelle per le quali non è consentito il pagamento in misura ridotta, è prevista la confisca del veicolo, o è prevista la sospensione della patente di guida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento