Ceramiche Terre della Badia, presidio ad oltranza dei lavoratori

Arriva il pagamento dello stipendio di febbraio, ma la protesta dei dipendenti dello stabilimento di Frassinoro prosegue, nella speranza di conservare il posto di lavoro

Da sabato 26 marzo, l'azienda ceramica Terre della Badia ha comunicato la chiusura collettiva e la  collocazione  in ferie di tutti i 119dipendenti fino al 2 aprile compreso, in conseguenza delle difficili condizioni in cui verte l'impresa che non garantiscono la possibilità di proseguire la normale attività lavorativa, anche a causa dello stacco dell'energia elettrica dello stabilimento di Frassinoro. 

La Filctem/Cgil e la Rsu unitamente ai lavoratori avevano richiesto di attivare gli ammortizzatori sociali, pertanto le lavoratrici ed i lavoratori offriranno formalmente la loro disponibilità a rientrare al lavoro. 

Si auspica che i segnali positivi della giornata di ieri, che hanno visto il pagamento integrale dello stipendio di febbraio, possano continuare ad arrivare, in attesa che si concretizzino possibili soluzioni occupazionali e produttive anche attraverso l'interessamento di eventuali acquirenti. 

Oltre allo sciopero proclamato e confermato fino a venerdì 25 marzo, da sabato 26 marzo proseguirà ad oltranza il presidio delle lavoratrici e dei lavoratori  dello stabilimento di Frassinoro, in via Matilde di Canossa n.22, dalle ore 8 alle ore 19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

  • Spaccio e clandestini, chiuso per dieci giorni il bar Nuovo Fiore

  • Regionali. Bonaccini esulta, domani sera festa in Piazza Grande

Torna su
ModenaToday è in caricamento