Prevenzione e contrasto al crimine: Polizia di Stato intensifica i controlli a Modena

La Polizia di Stato intensifica i controlli attraverso attività di prevenzione e contrasto al crimine, che hanno già portato all'arrestato di un giovane spacciatore

Nell’ultimo periodo, nell’ambito del “Controllo Integrato del Territorio” è stata intensificata l’attività di prevenzione e contrasto ai reati predatori, all’immigrazione clandestina e allo spaccio di sostanze stupefacenti concentrando l’attenzione su quelle zone esposte a particolari criticità, oggetto anche di segnalazioni da parte dei cittadini. I controlli, svolti nella giornata di ieri da Squadra Volante, Squadra Amministrativa e Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Modena, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia, hanno interessato le zone della Stazione Ferroviaria e delle autocorriere, viale Gramsci e i parchi cittadini XXII aprile e Novi Sad.

Sono state complessivamente identificate 110 persone, di cui 57 straniere e controllati 264 veicoli, anche con l’utilizzo del sistema Mercurio. Verifiche, estese agli avventori, anche all’interno di due sale slot. La Divisione Polizia Anticrimine ha effettuato controlli a otto soggetti sottoposti a misure di prevenzione e sicurezza, alternative alla detenzione, e misure cautelari personali. Intorno alle ore 15.20, mentre parte dei operatori si trovava all’interno del Parco Novi Sad e stava effettuando una serie di accertamenti su un gruppo di stranieri, un ragazzo marocchino di 20 anni, ha cercato di allontanarsi a bordo di una bicicletta, ma è stato immediatamente bloccato dagli agenti.

Da una perquisizione personale, lo straniero è stato trovato in possesso di complessivi 123.3 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish e cocaina, quest’ultima sia in forma resinosa sia granulosa. Accompagnato in Questura, da accertamenti più approfonditi, è risultato essere pregiudicato e clandestino. Trattenuto presso le celle di sicurezza in stato di arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, sarà processato con rito direttissimo.

Nel corso della notte, sempre nel parco Novi Sad, personale dell’esercito in servizio di pattugliamento ha fermato uno straniero, originario del Gambia, richiedendo successivamente l’ausilio della Squadra Volante, in quanto il ragazzo aveva cercato di occultare due dosi di marijuana ad uso personale. Gli agenti hanno proceduto a segnalare alla locale Prefettura il giovane quale assuntore di sostanze stupefacenti, sequestrando la droga recuperata.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

Torna su
ModenaToday è in caricamento