Erasmus, trent'anni fa la partenza dei 12 pionieri modenesi

Il programma di scambio europeo festeggia un importante anniversario. Dai primi 12 studenti, si è arrivato in tre decadi a quota 10mila

La cartolina in bianco e nero che fotografa il primo anno dell’esperienza Erasmus, in quella che era l'Università degli Studi di Modena, racconta di 12 studenti che colsero allora l’occasione offerta dal programma europeo e, nell’anno accademico 1988/1989, intrapresero per primi un’esperienza da giovani pionieri dell'Europa. Varato nel 1987 il programma Erasmus compie trent’anni ed è stato scelto per celebrare l’Europa nel giorno della sua festa. Unimore, che da allora in poi di ragazzi ne ha accompagnati ed accolti tanti, ricorderà il trentennale del bando che ha aperto l’Europa ai giovani in un incontro nazionale promosso dall’ Erasmus Student Network di Modena il prossimo ottobre.

Furono solo dodici i primi ragazzi che nell'anno accademico 1988/1989 uscirono in direzione Europa dall’allora Università degli studi di Modena, grazie alle selezioni Erasmus organizzate dall'Ateneo. Erano 8 ragazzi e 4 ragazze, la maggioranza (10) provenienti dalla Facoltà di Economia - corso di laurea in Economia Aziendale - e due da Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali - uno studente dal corso di laurea in Fisica e uno da Geologia – e si distribuirono in atenei del Regno Unito, della Francia e dei Paesi Bassi. 

Quel primo anno nessuno studente estero scelse l'Ateneo di Modena per un'esperienza di mobilità, ma i primi ospiti non tardarono molto ad arrivare, infatti già il successivo anno accademico 1989/1990, giunsero i primi due ragazzi, provenienti dalla Francia, diretti al corso di laurea in Matematica.  

Da allora di strada ne è stata percorsa, l'Erasmus nel tempo ha subito trasformazioni divenendo Socrates/Erasmus negli anni '90 e, più recentemente, nel 2014, Erasmus+, con un programma che si è ampliato, dedicato alla mobilità per studio e formazione professionale. 

Anche in Unimore i numeri della partecipazione sono cambiati. L'anno accademico in corso registra infatti circa 700 ragazzi in uscita verso mete europee e 255 in entrata. E guardando il panorama offerto da questi trent’anni sono quasi 10 mila i ragazzi che l’Ateneo ha mobilitato, più di 6000 in uscita e oltre 3500 in entrata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Unimore, per celebrare i 30 anni del Programma Erasmus, il prossimo 20 ottobre 2017 a Modena, parteciperà alla "Piattaforma Nazionale Italiana ESN" promossa da ESN - Erasmus Student Network - organizzazione che lavora per favorire l’integrazione e l’accoglienza dei ragazzi Erasmus all’interno degli atenei e delle città. In programma tre giorni di incontri tra i delegati delle 52 sezioni, nazionali ed internazionali, per discutere e concordare l’operato e le linee guida dell’intero network nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Fase 2, buone notizie per chi deve prendere la patente: c'è la data per la riapertura delle scuole guida

  • Contagio, ancora due positivi nel modenese. Ennesimo decesso in Appennino

  • Covid-19 e fase acuta: a Modena il primo intervento di riparazione del tessuto polmonare

Torna su
ModenaToday è in caricamento