Hub RNord, il progetto per le startup modenesi voluto dal Comune

Il progetto RNord è l'occasione di dare fondi, spazi e laboratori alle startup modenesi. Così l'Assessore Tommaso Rotella presenta il piano imprenditoriale all'interrogazione del consigliere Bortolamasi

L’assessore alle Attività Economiche Tommaso Rotella in risposta all’interrogazione di Bortolamasi (Pd) sulle start-up, spiega il progetto Hub R-Nord. Esso va a sostegno delle nuove imprese e della creazione di luoghi nei quali, giovani, creativi, neolaureati possano trovare spazi attrezzati e laboratori, dotati di servizi appropriati per sviluppare idee, lavorare, utilizzare tecnologie di supporto. Il progetto Hub R-Nord è stato promosso dal Comune di Modena nell’ambito del Programma della Regione Emilia-Romagna per il “Sostegno allo sviluppo delle infrastrutture per la competitività del territorio” con un finanziamento di 400 mila euro, la metà del budget previsto per l’iniziativa che sarà sviluppata da CambiaMo e Democenter.

IL PROGETTO RNORD. Nel complesso dell’RNord, dove nell’ambito del progetto di riqualificazione urbanistica e sociale dell’area si trovano già la sede di Formodena e lo studentato universitario, saranno previsti oltre 600 metri quadri di uffici per ospitare le funzioni principali dell’iniziativa: l’incubatore per aziende start up in settori innovativi e creativi (con servizi di consulenza e attività formative specifiche), il laboratorio attrezzato “fab lab” (con stampanti 3D, strumenti per il settore dell’elettronica, software di progettazione e servizi di tutoraggio per lo sviluppo dei prototipi) e l’area co-workinng, con servizi dedicati, da affittare a giovani professionisti e creativi, anche per pochi giorni.

PUNTARE AD UNA NUOVA IMPRESA MODENESE. “Il progetto è nella fase negoziale – ha spiegato Rotella – propedeutica alla sottoscrizione della convenzione attuativa, tra qualche giorno CambiaMo e Democenter daranno vita all’associazione temporanea di scopo per attuare gli investimenti necessari. Il Comune ha un ruolo di direzione strategica e coordinamento dell’intero progetto, che si inserisce in una più complessiva linea strategica a favore degli spazi di incubazione delle startup, nonché di spazi di produzione e logistica per le stesse neo imprese che coinvolgerà anche altri contenitori dismessi di proprietà pubblica e privata nella prospiciente area della Sacca”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

BORTOLAMASI SODDISFATTO SULL'INTERROGAZIONE. Il consigliere Bortolamasi si è detto soddisfatto della risposta “particolarmente esaustiva. Mi fa piacere sapere – ha aggiunto – che questo è solo un primo passo nell’ottica dello sviluppo di un progetto più ampio e articolato, che va a incidere su zone come R-Nord e Sacca che ne hanno bisogno. Trovo meritevole l’attenzione oltre che alle nuove forme di tecnologia anche al manifatturiero ‘rivisitato’ e alle imprese culturali, che vanno sostenute perché possono generare occupazione di qualità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in ospedale

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Trafficante di cocaina reagisce all'arresto e punta la pistola in faccia ad un carabiniere

Torna su
ModenaToday è in caricamento