Castelfrigo, la protesta itinerante: oggi Prefettura, domani Confindustria

Si è svolto stamattina il presidio dei lavoratori degli appalti di Castelfrigo davanti alla Prefettura di Modena, promosso dalla Flai/cgil e Filt/Cgil

Una delegazione di sindacalisti e lavoratori è stata accolta dal Prefetto, dottoressa Maria Patrizia Paba, a cui hanno consegnato il dossier sulla vicenda  Castelfrigo con le denunce della Flai/Cgil dal 2005 ai giorni nostri in cui si contesta l’utilizzo di false cooperative all’interno del sito. 

I sindacati hanno detto al Prefetto di Modena che questi lavoratori lavorano ormai da più di 10 anni in appalto dentro Castelfrigo, tramite cooperative che cambiano circa ogni due anni, ma i lavoratori svolgono sempre le stesse mansioni, sottostando agli stessi capi, senza le prerogative di mutualità e solidarietà che dovrebbero contraddistinguere le società in forma cooperativa. 
E’ stato perciò denunciato che si tratta di false cooperative, che permettono il proliferare di fenomeni di irregolarità diffusa (evasione contributiva e fiscale) come è stato anche dimostrato dalle recenti ispezioni dell’Ispettorato del lavoro di Modena. 

Il Prefetto si è impegnato a trasmette le istanze sindacali  al Governo (Ministero del lavoro e Ministero dello Sviluppo Economico) e a tutti gli enti ispettivi competenti per la verifica di cosa sta succedendo in quel sito. 

La protesta dei lavoratori degli appalti Castelfrigo dura ormai da 14 giorni e si sta svolgendo in modo pacifico e nel rispetto delle regole democratiche, ma lavoratori hanno bisogno di sentire un sostegno concreto da parte delle istituzioni che ancora però non è effettivo, perché la situazione non è cambiata da 10 anni a questa parte. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Flai e Filt insieme ai lavoratori continueranno la mobilitazione sino a quando non ci sarà soluzione alla vertenza. Domattina, martedì 7 novembre è prevista a Bologna l’audizione dei lavoratori da parte dei gruppi consiliari regionali Mdp, l’Altra Emilia Romagna e Sinistra Italiana, mercoledì mattina 8 novembre è invece previsto il presidio davanti a Confindustria Modena dalle ore 10 alle 12.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

Torna su
ModenaToday è in caricamento