Nuovi disordini alla Alcar Uno, SI Cobas sgomberati dalla Polizia

L'ennesimo picchetto dei lavoratori è stato rimosso dall'intervento degli agenti in tenuta anti sommossa. Davanti all'azienda di Castelnuovo arrivato anche un pullman di manifestanti da fuori provincia

(foto Monzoor Alam da Facebook)

Dalle prime ore di questa mattina i lavoratori SI Cobas e alcuni esponenti dei centri sociali modenesi si sono ritrovati nuovamente in via della Pace a Castelnuovo, davanti ai cancelli dell'azienda Alcar Uno. Una protesta che prosegue ormai da mesi e che ha visto l'ennesimo picchetto dei manifestanti volto a bloccare i mezzi pesanti che riforniscono lo stabilimento di lavorazione delle carni.

Circa una trentina di persone hanno rovesciato bidoni e picchettato gli ingressi dell'azienda, fin dalle ore 4 di questa mattina, creando ovviamente disagi ai camion in transito e costringendo le forze dell'ordine ad una nuova azione di sgombero. (GUARDA IL VIDEO)

I reparti mobili della Polizia di Stato, insieme alla Digos, si sono schierati tra via della Pace e via Aldo Moro e hanno fatto smobilitare il presidio con qualche carica di alleggerimento e il lancio di lacrimogeni. Alcuni manifestanti sono rimasti feriti ed è intervenuta anche un'ambulanza, ma non si segnalano situazioni gravi.

La manifestazione sta proseguendo anche in tarda mattinata, tra le rivendicazioni dei lavoratori che hanno perso il posto e il supporto di altri iscritti del sindacato SI Cobas giunti con un pullman da fuori Modena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

  • Rientrato il 29enne di Finale Emilia, ricerche sospese

Torna su
ModenaToday è in caricamento