homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Carpi: evento di beneficenza dai macellai, proteste dagli animalisti

Vegetariani, vegani e amanti degli animali si oppongono a un'iniziativa benefica dell'Onlus "Butchers for Children": una serata a base di carne finalizzata alla raccolta di fondi per la Pediatria del'Ospedale Ramazzini

La locandina della manifestazione

Può un evento di beneficenza suscitare vibranti proteste e campagne di mail bombing? Assolutamente sì, se da una parte c'è una onlus di macellai che raccoglie fondi per il reparto di pediatria dell'Ospedale Ramazzini di Carpi e dall'altra ci sono gli animalisti di Facebook. A suscitare l'ira di vegani, vegetariani e amanti degli animali in genere è stato l'evento "La ciccia fa bene ai bambini". La manifestazione si terrà a Carpi in piazza Martiri della Libertà il prossimo primo settembre organizzata dalla Onlus "Butchers for children", un gruppo di macellai provenienti da tutta Italia, che organizza manifestazioni eno-gastronomiche a scopo benefico. L'evento servirà infatti a finanziare il progetto "Insieme per ricostruire", una raccolta fondi a favore del reparto di pediatria dell'Ospedale Ramazzini di Carpi, lesionato dal sisma di maggio 2012.

Nelle scorse ore, l'indignazione animalista è montata rapidamente su una pagina evento del popolare social network: dopo i primi tentativi andati a vuoto, gli animalisti hanno avviato una campagna di mail bombing nei confronti di istituzioni, ospedale Ramazzini e mass media locali. La protesta si è poi sviluppata con l'invio massivo di messaggi, spesso risultati di copia e incolla contenenti informazioni generiche contro il consumo di carne, per chiedere l'annullamento dell'iniziativa: "Durante questa iniziativa che hanno chiamato niente meno che festa mondiale macellai, spargeranno sangue per destinare parte dei soldi ai bambini del reparto pediatrico dell'ospedale - scrivono i contestatori -Vi invitiamo a scrivere e-mail al comune, agli sponsor e ai media per chiedere di ritirare l'iniziativa, che sostiene un modello sbagliato e falso".

Stando a quanto emerso, la manifestazione di dissenso pare avere già creato qualche problema agli organizzatori: "Visti i numerosi attacchi, e il livello dei commenti, non rispettosi o offensivi da entrambe le parti, siamo stati costretti a rimuovere la pagina dedicata - hanno scritto su Facebook - Questo non ci impedirà di continuare a promuovere, in piena fiducia e serenità, iniziative in favore di chi ha bisogno". Non a caso, l'unico effetto avuto finora da questa protesta è stato l'alto risalto mediatico fornito a un'iniziativa di benefica a diversi mesi del suo debutto.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Fusione ospedali, sarà il direttore del Policlicnico a gestire la sperimentazione

    • Politica

      Welfare, aiuti per pagare l'affitto in cambio di lavori utili

    • Guida

      Zanzara tigre e altri insetti, monitoraggio e consigli utili

    • Cronaca

      Scippi “con abbraccio”, allarme nel territorio di Castelfranco Emilia

    I più letti della settimana

    • A Sassuolo apre Aperistoro. Il lavoro come servizio passa dai ragazzi diversamente abili

    • I nostri consigli per questo week end a Modena e Provincia

    • Scippi “con abbraccio”, allarme nel territorio di Castelfranco Emilia

    • Travolto da un camion lungo la Panaria Bassa, gravissimo motociclista

    • Spaccio fuori dalle polisportive: perquisizioni, sequestri e un arresto 

    • Sciopero alla Transmec di Campogalliano. Richiesta l'apertura del tavolo di confronto

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento