Il Terremoto della Bassa approda su Mtv con Radio Emilia 5.9

Tre ragazzi di Cavezzo dalla radio a Mtv raccontano il terremoto che ha messo in ginocchio la Bassa. Il sindaco Draghetti: "Hanno trovato una casetta in legno e hanno aperto la loro emittente on line"

Radio Emilia 5.9. È una web radio editorialmente nata nel novembre scorso ma nel cuore di qualcuno già dal 20 maggio 2012. Quel qualcuno sono tre giovani ragazzi di Cavezzo tra i 16 e i 22 anni. Eugenio, Luca, Doina e Matteo raccontano da quel terribile momento la ricostruzione del loro paese tra i più colpiti dal sisma. E 5.9 è la magnitudo che ha distrutto tutto. Adesso questi ragazzi saranno protagonisti di una serie televisiva di Mtv che andrà in onda dal 14 gennaio nel pomeriggio, dal lunedi' al venerdi': Radio Emilia 5.9, la mia vita dopo il terremoto. Nelle varie puntate i ragazzi si racconteranno, ci racconteranno cosa significa andare a scuola in un container, vivere in tenda, cambiare completamente stile di vita perché si è perso tutto, perché della propria vita precedente non esiste quasi più nulla. Durante le 20 puntate, i ragazzi daranno voce ai terremotati, alla loro voglia di ricominciare con interviste e immagini dei giovani della Bassa.

"Hanno trovato una casetta in legno e hanno aperto la loro radio on line - ha raccontato il sindaco, Stefano Draghetti - Al Comune non hanno chiesto nulla, se non consigli e indicazioni: si sono arrangiati, anche la loro casetta non era di quelle fornite dagli aiuti pubblici". Tra le testimonianze già raccolte dai ragazzi con la web radio c'é anche quella del sindaco: "Mi hanno chiesto informazioni sugli spazi pubblici per i giovani - racconta il primo cittadino - ma dopo il terremoto non ne abbiamo molti a disposizione, allora l'intervista si è spostata su come i giovani possono aprire un'attività, le licenze e le pratiche necessarie". Insomma, tutta farina del loro sacco.

Il Comune, impegnato nella ricostruzione, non c'entra nulla neppure con la serie televisiva, dove racconteranno - si legge sul sito di Mtv - di chi va "a lezione in una tensostruttura perché la propria scuola è andata distrutta" o ha dovuto "dormire in una tenda arrangiata in giardino perché la propria casa ha subito dei danni" o "cercare un nuovo lavoro perché la sede non esiste più". Ma anche di tutto ciò che preoccupa ogni adolescente del mondo, perché la loro vita non è solo post-sismica. Infatti, i ragazzi si sentono molto "ispirati da Ligabue - annuncia Mtv - andranno a cercarlo a Correggio", dove abita il rocker. E gireranno per l'Emilia osservandone la rinascita. 'Radio Emilia 5.9' ha anche una pagina facebook e il post più recente ieri annunciava: "da questa settimana vogliamo dedicare più tempo possibile alla nostra radio..." per "anticipare al meglio l'uscita del nostro programma su Mtv". Così dal 14 gennaio i ragazzi di Cavezzo saranno in diretta due ore al giorno, cinque giorni a settimana, dalle 16 alle 18.30. Lì racconteranno tutto, forse anche della raccolta fondi avviata con www.produzionidalbasso.com/pdb_1817.html, anche se lì finora hanno racimolato solo 250 euro. C'é da scommettere che dal 14 gennaio andrà meglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • La città di Modena si riunisce in Duomo per l'ultimo saluto a Mirella Freni

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

Torna su
ModenaToday è in caricamento