Lancia l'allarme, ma la rapina non è mai avvenuta: nei guai il titolare di un centro scommesse

Paura tra i negozianti di Formigine dopo la denuncia di una rapina inesistente: in corso le indagini per capire quali siano state le vere ragioni del gesto

Saranno guai seri per il titolare del centro scommesse di Formigine se l'accusa di simulazione di reato che pende sul suo capo sarà confermata. L'uomo infatti, nella sera di domenica - spinto da motivi ancora da chiarire - ha allertato le forze dell'ordine dicendo di essere stato vittima di una rapina a mano armata.

Stando al suo racconto, tre malviventi sarebbero entrati a volto scoperto nel suo stabile minacciandolo con un coltello per ottenere l'incasso. Per giustificare l'assenza di testimoni, l'uomo aveva asserito che nel locale fossero a quell'ora presenti un esiguo numero di clienti che -data la rapidità del gesto- non si erano resi conto di quanto accaduto. Le incongruenze tra ciò che era emerso dalle indagini iniziali e la testimonianza della presunta vittima però, hanno spinto le forze dell'ordine a pensare che si trattasse di un resto simulato, ipotesi che poi effettivamente è risultata veritiera.

Il titolare del centro scommesse infatti, dopo essere stato nuovamente interrogato, ha ammesso di essersi inventato tutto. Le motivazioni che hanno spinto l'uomo a dichiarare il falso non sono ancora note, anche se viene spontaneo pensare che dietro all'incauto gesto ci fosse una speranza di risarcimento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Trova online la sua bici subata e dà appuntamento al ricettatore in piazza, insieme ai Carabinieri

  • Incidenti, grave un'anziana investita da un'auto in strada Morane

Torna su
ModenaToday è in caricamento