Castelfranco: rapinò ComprOro, arrestato dopo un anno di indagini

La testimonianza dei passanti che l'anno scorso ebbero modo di assistere alla fuga del rapinatore ha consentito al personale dell'Arma di concludere positivamente le indagini

Tiziano Lugli

Dopo una giornata in fabbrica, ha trovato ad attenderlo i Carabinieri con un bel paio di manette. Questo quanto accaduto ieri pomeriggio a Tiziano Lugli, 53 anni, originario di Reggio Emilia, raggiunto da un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Gip di Modena Domenico Truppa per una rapina a mano armata avvenuta il 28 novembre 2011 ai danni del ComprOro di Castelfranco Emilia, in via Circondaria sud. L'uomo è stato incastrato grazie alle testimonianze dei passanti che, dopo l'assalto, ebbero modo di assistere alla sua fuga.

Stando a quanto raccolto dai Carabinieri, la rapina venne commessa da una sola persona: un uomo a volto coperto con il passamontagna fece irruzione armato di pistola. Puntata l'arma in faccia alla titolare del negozio, il rapinatore si fece consegnare 2400 euro in contanti e razziò tutto l'oro presente in vetrina, sul bancone e in laboratorio per un peso complessivo di 8-900 grammi e dal valore di di 20.400 euro. Attualmente, l'arrestato si trova in carcere in attesa dell'interrogatorio di garanzia da parte del magistrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati. Casi anche a Sassuolo e Maranello

  • Coronavirus, raggiunta quota 47 contagi in regione. A Modena sono 8 gli ammalati

Torna su
ModenaToday è in caricamento