"Ha la cresta alla Neymar", rapinatore riconosciuto e arrestato dalla Polizia

A consentire il riconoscimento da parte della vittima e la cattura da parte della Squadra Volante, è stata l'acconciatura stravagante portata dal malvivente, un 27enne straniero che, con l'aiuto di un complice, ha messo a segno una rapina al parco Novi Sad

Neymar, calciatore del Santos

Un giubbotto a righe e un'acconciatura in tutto e per tutto simile a quella del calciatore brasiliano Neymar. Sono stati questi elementi a condurre la Squadra Volante alla cattura del 27enne che, nei giorni scorsi, ha perpetrato una rapina ai danni di un 16enne al parco Novi Sad.

Nel primo pomeriggio di lunedì 8 aprile, un giovane che stava tranquillamente passeggiando nei pressi delle tribune del Parco Novi Sad è stato affiancato da due soggetti: "Scusa, sai che ora è?". Un espediente  come un altro per fare sì che venga estratto dalla tasca il Samsung Galaxy 3, un noto smartphone dal velore di diverse centinaia di euro. Gli aggressori, descritti come una coppia di nordafricani, si avventano sulla loro preda strappando prima il telefonino, poi dando un calcio alla loro vittima e, infine, puntare un coltello serramanico. Preso dal panico, la giovane vittima ha consegnato loro anche il proprio portafogli: gli aggressori, dopo avere rifilato due schiaffoni come "ringraziamento" si sono dati alla fuga verso la stazione dei treni, mentre al 16enne non è rimasto che recarsi presso il posto di Polizia centro per raccontare quanto appena accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La descrizione dei due assalitori nordafricani, entrambi sui 25-30 anni, di cui uno con giacca a righe e crestino, ha consentito agli agenti di individuare velocemente il principale responsabile della rapina, già noto alle Forze dell'Ordine, nonché frequentatore abituale di un bar di via Fabriani. Dopo la visione dell'impianto di videosorveglianza e il riconoscimento da parte della vittima, la Squadra Volante è entrata in azione: individuato l'aggressore in via Emilia Ovest, il malvivente ha tentato vanamente la fuga per poi essere catturato. Oltre a trarlo in arresto con l'accusa di rapina aggravata, gli agenti della Polizia di Stato hanno dato esecuzione anche a un ordine di carcerazione a carico del fuggitivo per l'espiazione di una pena per 2 mesi a 6 giorni di reclusione per furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro sulla Tangenziale di Vignola, deceduta una automobilista

  • "I caporali fuori dalla Coop", protesta davanti al supermercato di Formigine

  • Apre il Drive-in di Maranello, domani la prima proiezione

  • Si presenta al Pronto Soccorso dopo una lite, ma porta con sè la cocaina. Arrestato

  • Precipita nel vuoto durante un'escursione, muore un 63enne modenese

  • Andrea Dovizioso operato durante la notte al Policlinico di Modena dopo una caduta

Torna su
ModenaToday è in caricamento