Ravarino: padre e figlio coltivano marijuana nel cortile, arrestati

Un centinaio di piante ad alto fusto su una superficie di 70 metri quadrati curate da un impianto di irrigazione a pioggia e con canalizzazione veniva coltivato nel cortile sul retro. Padre e figlio potevano così rifornire l'intera bassa modenese di stupefacente

Padre e figlio residenti a Ravarino sono stati arrestati dai carabinieri dopo che una piantagione di marijuana è stata scoperta nel cortile dietro la loro abitazione. I militari hanno compiuto la perquisizione della casa all' alba, dopo una lunga attività di indagine. Dietro il caseggiato di via Rugginenta c'erano oltre cento piante ad alto fusto, per una superficie totale di circa 70 metri quadrati. Un impianto di irrigazione a pioggia e con canalizzazione permetteva a padre e figlio, di origine calabrese, di curare la crescita delle piante. Vicino all'orto è stato poi trovato un deposito dove gli arbusti venivano fatti essiccare. I due detenevano poi abusivamente in casa due fucili ad aria compressa e due sciabole, una delle quali da samurai. Grazie alla piantagione, padre e figlio erano perfettamente in grado di rifornire di stupefacente l'intera bassa modenese.

Potrebbe interessarti

  • Le migliori trattorie del centro storico di Modena

  • I 5 parchi naturali più belli della provincia di Modena

  • Dove fare barbeque e pic-nic nei parchi della provincia di Modena

  • Vuoi scrivere un libro ? Le case editrici di Modena e provincia

I più letti della settimana

  • Uccisa con un coltello dal marito, un dramma della malattia in via Alassio

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Fuori strada con la moto, 29enne muore sulla Canaletto

  • Truffa dello specchietto, famiglia con due bimbi piccoli fugge e sperona l'auto della Polizia

  • Fugge alla Polstrada per chilometri, bloccata in mezzo alla rotatoria di Baggiovara

  • Ancora un incidente sulla Canaletto, grave un motociclista 21enne

Torna su
ModenaToday è in caricamento