Ravarino: padre e figlio coltivano marijuana nel cortile, arrestati

Un centinaio di piante ad alto fusto su una superficie di 70 metri quadrati curate da un impianto di irrigazione a pioggia e con canalizzazione veniva coltivato nel cortile sul retro. Padre e figlio potevano così rifornire l'intera bassa modenese di stupefacente

Padre e figlio residenti a Ravarino sono stati arrestati dai carabinieri dopo che una piantagione di marijuana è stata scoperta nel cortile dietro la loro abitazione. I militari hanno compiuto la perquisizione della casa all' alba, dopo una lunga attività di indagine. Dietro il caseggiato di via Rugginenta c'erano oltre cento piante ad alto fusto, per una superficie totale di circa 70 metri quadrati. Un impianto di irrigazione a pioggia e con canalizzazione permetteva a padre e figlio, di origine calabrese, di curare la crescita delle piante. Vicino all'orto è stato poi trovato un deposito dove gli arbusti venivano fatti essiccare. I due detenevano poi abusivamente in casa due fucili ad aria compressa e due sciabole, una delle quali da samurai. Grazie alla piantagione, padre e figlio erano perfettamente in grado di rifornire di stupefacente l'intera bassa modenese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

Torna su
ModenaToday è in caricamento