Corruzione elettorale a Sassuolo, l'ex capogruppo Pd finisce a processo

L'udienza di oggi in Tribunale ha visto accolta la richiesta di invio a giudizio per Giuseppe Megale, eletto in Consiglio Comunale nel 2014 con quello che i Pm ipotizzano come un sostegno illecito in cambio di favori

L'inchiesta avviata da ormai oltre tre anni dalla Procura di Modena su un sospetto caso di corruzione elettorale durante le elezioni amministrative del 2014 per il Comune di Sassuolo approda in Tribunale e si trasforma in un processo. Lo ha stabilito oggi il giudice che ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio per cinque persone per le vicende che ruotano attorno alla figura di Giuseppe Megale, ex capogruppo del Partito Democratico nell'attuale consigliatura e già assessore negli anni precedenti.

Le contestazione sono emerse da una "costola" dell'indagine nota come “The Untouchables”, che aveva scoperchiato un sottobosco di usure ed estorsioni legate alla famiglia Ambrisi e alla figura di Adamo Bonini, che proseguivano da circa vent'anni nel Distretto ceramico. Come spesso accade in queste lunghe inchieste – specialmente da quando le intercettazioni telefoniche sono diventate lo strumento principe in mano agli inquirenti – sono emersi fatti secondari, tra cui i rapporti sospetti tra Bonini e Megale.

L'ex politico - dimessosi dopo aver ricevuto l'avviso di garanzia nel 2015 - dovrà quindi rispondere nelle aule del Tribunale di Modena dei presunti favori promessi in cambio di un sostegno elettorale in quella tornata amministrativa che vide il suo partito vincere a fianco dell'attuale sindaco Claudio Pistoni. Le contestazioni vertono su alcune telefonate, una in particolare che vedeva l'ex capogruppo ringraziare Bonini per l'appoggio, secondo i Pm frutto di facilitazioni promesse attraveso un dipendente di Sgp, la società che gestisce molti aspetti della vita amministrativa sassolese. A processo andranno anche un funzionario comunale e una parente di Megale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento