sabato, 01 novembre 19℃

Ruba borsette, taccheggiatrice catturata da guardia giurata

L'episodio ieri pomeriggio in un negozio del Grandemilia: una 26enne aveva nascosto la refurtiva in una sacca schermata con fogli di alluminio per evitare i controlli dell'antitaccheggio

Redazione 1 agosto 2012
1

All'interno del centro commerciale Grandemilia aveva prelevato dagli scaffali del negozio "Marchesi & Co" tre borsette dal valore di 140 euro l'una per poi nasconderle in una sacca di una sacca opportunamente schermata con fogli di alluminio per evitare l’azionarsi dell’impianto di sicurezza antitaccheggio. Questo, però, non è bastato per evitare di essere prima scoperti dal titolare del negozio e poi bloccati da una guardia giurata. Così ieri pomeriggio è stata tratta in arresto una 26enne peruviana. La giovane aveva compiuto il raid assieme ad una connazionale che, in seguito, è riuscita a far perdere le proprie tracce. Accortosi dell'atteggiamento sospetto delle due donne e dopo averle seguite nella galleria del centro commerciale, il titolare ha informato dell'accaduto una guardia giurata che è riuscito a bloccare solamente una delle due ladre. Al momento della perquisizione, la peruviana ha consegnato spontaneamente quanto sottratto illecitimamente e, da successivi accertamenti della Polizia di Stato, è risultata avere numerosi precedenti di Polizia, tra quali furto aggravato, resistenza a pubblico Ufficiale e disturbo del riposo delle persone, nonchè destinataria di un Provvedimento di Espulsione dal territorio nazionale e Ordine del Questore emessi nel marzo scorso. La donna è stata arrestata con l'accusa di furto aggravato in concorso e trasportata presso le celle di sicurezza della Questura in attesa del processo per direttissima. La refurtiva, perfettamente integra e quindi rivendibile, è stata riconsegnata al negoziante.

Annuncio promozionale

Cittanova
furti

1 Commenti

Feed
  • Avatar di Maxxstein

    Maxxstein Avessero rubato cibo o vestiti... forse mi avrebbero fatto compassione. Ma quando si tratta di beni superflui o addirittura di lusso (che borsette sono quelle da 140 euro???) ci vorrebbe il carcere a vita!!! Non come quello di Lele Mora...

    l' 1 agosto del 2012