Fiera di Sant'Antonio: tutto come tradizione comanda, tranne gli incassi

Si è svolta oggi la fiera di Sant'Antonio, non celebre come quella di San Geminiano, ma comunque amata dai cittadini. "La gente passeggia e non compra", spiegano i protagonisti

Flauti di Pan, porchetta e tanti colori. Sono queste le prime sensazioni che ogni anno colpiscono e accompagnano nella fiera di Sant'Antonio. Non si è certo vista una folla oceanica però, complice il giorno lavorativo e la tendenza al risparmio che sta colpendo tutto il Paese. Le bancarelle però c'erano tutte, da quelle che vendono le solite tovaglie che nei negozi comuni non si trovano, a quelle che espongono oggetti misteriosi ad una prima occhiata e che diventano poi necessari appena si capisce da che verso prenderli. Sicuramente le più numerose rimangono le bancarelle di piadine, dolciumi e prodotti tipici, forse anche le più frequentate. Bottino magro però per i venditori che si sono lamentati non tanto del fatto che ci fosse poca gente, quella in effetti non mancava, ma quasi nessuno comprava. "E' un popolo di passeggiatori depressi. Li vede? Camminano, guardano con aria spenta e non comprano", ha commentato un simpatico e gentile signore che offriva assaggi di porchetta. Tutti sperano comunque in San Geminiano per aumentare un po' le vendite.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19. Muore a soli 36 anni la delegata sindacale di Villa Margherita

  • E' positiva al virus ma esce in bicicletta, denunciata a Modena una 47enne

  • Famiglia senza più soldi, dopo l'annuncio in tv la spesa arriva a casa

  • Buoni spesa, a Modena fino a 500 euro a famiglia. Domande da lunedì

  • Coronavirus, in Emilia-Romagna 608 positivi e 75 decessi in più

  • Covid-19, da Modena lo studio per comprendere come funziona l’infezione 

Torna su
ModenaToday è in caricamento