Evasione fiscale, accordo a Sassuolo tra Comune e Agenzia delle Entrate

Anche il Comune di Sassuolo stringe il patto di ferro con l'Agenzia delle Entrate per la lotta all'evasione fiscale: il 50% del denaro riscosso ai "furbetti" resterà nelle casse comunali

"Non si tratta di vessazione: daremo la caccia a furbi e furbetti". Ci tiene a precisarlo l'assessore al bilancio del Comune di Sassuolo, Paolo Vincenzi, durante la presentazione del protocollo stipulato con l'Agenzia delle Entrate per la lotta all'evasione fiscale. Nel mirino, le autocertificazioni fasulle ISEE, le proprietà edili non dichiarate e i grandi evasori: ICI e TARSU omesse, residenze fittizie all'estero, frodi sulle dichiarazioni dei redditi al fine di ottenere gli aiuti sociali dello Stato. Il sindaco Caselli punta il dito contro coloro che “parcheggiano una fuoriserie di fronte all'alloggio popolare ottenuto dal Comune”. L'opportunità è ghiotta, visto che il Decreto dello scorso 14 maggio ha alzato la quota trattenibile dai Comuni dal 33 al 50% del riscosso. Un contributo sostanzioso alle casse delle amministrazioni locali dopo i pesanti tagli del governo.

 

(Fonte: viaemilianet.it)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

  • Spaccio e clandestini, chiuso per dieci giorni il bar Nuovo Fiore

  • Regionali. Bonaccini esulta, domani sera festa in Piazza Grande

Torna su
ModenaToday è in caricamento