Sassuolo: abusava di una connazionale, in manette uno straniero

La segnalazione di un diverbio che stava avendo luogo in strada ha consentito agli agenti della Polizia di Stato di far scattare le manette a un 30enne con diversi precedenti per violenza contro le donne

Violenza sessuale, lesioni personali e minacce aggravate. E' questo il curriculum vitae tutt'altro che onorevole di H. R., marocchino trentenne, arrestato oggi dagli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Sassuolo per avere riptetutamente abusato di una sua connazionale dietro la minaccia di un coltello.

L'arresto è stato reso possibile dalla segnalazione di una cittadina sassolese che ha contattato il 113 per riferire di quello che all'apparenza sembrava una banale litigio: infatti, una cittadina straniera stava inveendo in strada nei confronti di un altro giovane. I poliziotti, una volta giunti sul posto, hanno potuto successivamente accertare il motivo del diverbio.

Durante la perquisizione eseguita presso l’abitazione del 30enne sono stati sequestrati alcuni oggetti che comprovavano le violenze perpetrate ai danni della malcapitata: oltre a questo, a peggiorare la posizione di H. R. ci sono state le testimonianze raccolte dagli agenti nei pressi della sua residenza.

Terminate le verifiche del caso, gli agenti hanno tratto in arresto H.R., risultato già noto alle Forze dell’Ordine con diversi precedenti per violenza contro le donne, accompagnandolo alla casa circondariale di Modena a disposizione della competente autorità giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

  • Cadavere accanto all'auto ribaltata nel bosco, sarebbe la barista scomparsa

Torna su
ModenaToday è in caricamento