martedì, 02 settembre 17℃

San Possidonio: sciacalli scoperti e catturati dalla Polizia Stradale

Gli agenti hanno sorpreso due coppie di stranieri a trafugare rame e materiale edilizio da una casa demolita: gli uomini rovistavano tra le macerie, le donne caricavano il furgone

Redazione 12 luglio 2012

Sono stati sorpresi a rubare rame e altro materiale in una casa demolita per i danni inflitti dal terremoto. Così quattro romeni (due uomini e due donne) sono stati arrestati dalla polizia stradale di Modena a San Possidonio.

FURTO - Gli agenti erano impegnati in un servizio di pattuglia sulla strada Provinciale 8, quando, giunti in località Ponte Rovere, hanno notato i due uomini, di 35 e 22 anni, entrambi con precedenti, intenti a rovistare tra le macerie dell'abitazione distrutta dal sisma. Sul retro c'era un furgone con targa spagnola carico di merce, vicino al quale si trovavano le due donne di 20 e 27 anni insieme a un dodicenne.

Annuncio promozionale

BOTTINO - Sul mezzo sono stati rinvenuti telai di finestre, materiale ferroso, un termosifone, grondaie in rame e catene di acciaio, per un peso di 660 chili. Gran parte del materiale, come ha confermato il figlio del padrone di casa rintracciato dalla polizia stradale, proveniva proprio dalla casa demolita. I quattro romeni devono rispondere di furto pluriaggravato in concorso. Il minorenne è stato affidato a una struttura di Modena.

San Possidonio
furti
terremoti

Commenti