Confermato lo sciopero Seta, bus fermi nel lunedì di ponte

Il 24 aprile previsto un nuovo sciopero dei sindacati maggiori, che inevitabilmente causerà non pochi disservizi ai viaggiatori. Prosegue il braccio di ferro con l'azienda

E’ confermato lo sciopero di lunedì 24 aprile dei lavoratori di seta Spa l’azienda modenese del trasporto pubblico locale. Lo sciopero, promosso dai sindacati Filt/Cgil, Fit/Cisl, Uiltrasporti, Ugl Autoferrotranvieri e Faisa/Cisal, sarà per l’intera giornata di lavoro, nel pieno rispetto delle fasce di garanzia (6.30-8.30 e dalle ore 12 alle 16 per il servizio urbano; ore 6-8.30 e 12.30-16 per il servizio extraurbano). 

Nella giornata di lunedì  24 aprile è previsto un presidio dei lavoratori davanti all’ingresso del deposito bus di Seta (strada Sant’Anna 210) dalle ore 8.30 alle 12.30. Lo sciopero di lunedì fa seguito a quello del 20 marzo scorso nell’ambito della difficile vertenza con la direzione di Seta sui temi quali il ricorso massiccio allo straordinario, la scarsa manutenzione e vetustà dei mezzi, i problemi di sicurezza a bordo dei mezzi per cittadini e lavoratori. 

Prosegue dunque il braccio di ferro tra Seta e sindacati, con l'azienda che anche nei giorni scorsi è intervenuta per ribadire i numeridel servizio. I sindacati, però, non accettano poi le insinuazioni dei vertici di Seta sull’aumento delle assenze per malattia dei mesi scorsi, poiché l’azienda "ha tutti gli strumenti per verificare assenze anomale e adottare i provvedimenti del caso - spiegano le sigle dei lavoratori - L’azienda continua invece a non affrontare il vero problema del massiccio ricorso allo straordinario, dei doppi turni e dei mancati riposi per gli autisti. Una parte consistente di autisti sono costretti a turni fino a 15 ore, di cui 13 alla guida dei mezzi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I vertici di Seta la smettano di buttare fumo negli occhi ai cittadini, fornendo una visione travisata del servizio alla quale credono  solo loro. E’ necessario invece che Seta, e anche Amo, rispondano delle mancate comunicazioni agli utenti sulle pensiline, ultima  quella  di Pasqua, e non utilizzare semplicemente il sito per le variazioni orarie. Seta dovrà rispondere ai cittadini in caso arrivassero sanzioni economiche per omessa comunicazione - chiosano i sindacati - Soprattutto, la direzione aziendale di Seta smetta di lanciare temi che solo un tavolo di relazioni  industriali può  affrontare. Infine, l’azienda non può continuare a tenere in ostaggio il tavolo di armonizzazione sulla contrattazione  di secondo  livello insieme a Reggio Emilia e Piacenza".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

  • Test agli operatori sanitari, si parte la settimana prossima con i prelievi

  • Meteo | Impennata improvvisa delle polveri sottili, vediamo perché

  • Coronavirus. Modena rallenta, ma si aggiungono 10 decessi

  • I numeri nei Comuni: positivi e persone in isolamento in provincia di Modena

  • Contagio. Nuovi positivi in regione, oggi +713. Altri 88 decessi

Torna su
ModenaToday è in caricamento