Presidio Fiom in via Divisione Acqui, i lavoratori Maserati chiedono certezze

Dalle 7.30 alle 12 strada chiusa davanti ai cancelli della fabbrica per la manifestazione dei metalmeccanici della Cgil. Comizi e striscioni

E' iniziato alle 7.30 di questa mattina lo sciopero di 4 ore dei lavoratori di Maserati Auto Modena aderenti a Fiom/Cgil. L’iniziativa di lotta è stata indetta dal sindacato - da anni in aperto conflitto con i vertici Fca e nel caso specifico su posizioni distanti da quelle delle altre sigle - per chiedere certezze sulle prospettive di rilancio produttivo dello stabilimento del Tridente anche a fronte dell’ultimo periodo di cassa integrazione che vedrà lo stop produttivo da questo venerdì fino al 7 gennaio, ferie comprese. 

In concomitanza con lo sciopero è iniziato il presidio davanti ai cancelli dello stabilimento Maserati Auto di via Divisione Acqui, che durerà fino alle ore 12. Sulla strada è stato allestito un gazebo che ospita i comizi dei sindacalisti e si sono radunati una cinquantina di persone, tra lavoratori ed esponenti sindacali, che hanno dato vita ad un'assemblea pubblica.

Fra gli altri, sono intervenuti di Manuela Gozzi segretaria Cgil Modena e Bruno Papignani Fiom/Cgil ER, le conclusioni sono di Cesare Pizzolla segretario Fiom/Cgil Modena. Al presidio sono previsti oltre 250 metalmeccanici e sindacalisti della Cgil a sostegno della vertenza. "Oltre alla mancate risposte sul futuro produttivo di Maserati a partire da giugno 2018 quando andranno ad esaurimento gli attuali modelli di auto a marchio Maserati", la Fiom/Cgil contesta "l’utilizzo di ferie e permessi dei lavoratori senza accordo sindacale e il distacco di oltre 50 lavoratori Maserati in altri stabilimenti del Gruppo. Distacchi non rimpiazzati da altri lavoratori in un quadro di assenza di certezza di rilancio produttivo".

Via Divisione Acqui è stata completamente chiusa al traffico dagli agenti della Municipale, nel trattoc ompreso tra le rotatore con viale Ciro Menotti e via Bonaccini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento