"La festa non si vende", proseguono gli scioperi nei supermercati

Dopo Pasqua e il Lunedì dell'Angelo la Cgil (Filcams) ha indetto due nuove giornate di astensione dal lavoro per i dipendenti del commercio, che incroceranno le braccia anche il 25 aprile e il primo maggio. L'accordo sulle chiusure raggiunto nel comune di Modena soddisfa, ma non troppo

“La Festa non si vende” è lo slogan del sindacato Filcams/Cgil contro la liberalizzazione degli orari commerciali voluta dal Salva Italia 2011 e il peggioramento delle condizioni dei lavoratori del commercio e degli addetti dei centri commerciali, a causa delle aperture domenicali e festive. 
Dopo lo sciopero di Pasqua e Pasquetta, prosegue la mobilitazione con il nuovo sciopero proclamato dai sindacati modenesi Filcams-Fisacat-Uiltcus per le festività del 25 Aprile e 1° Maggio. 

L'accordo raggiunto tra le diverse catene sul territorio del Comune di Modena, ma non in provincia, soddisfa solo parzialmente i sindacati. La campagna si caratterizza di volta in volta con slogan e vignette dedicate ad ogni mobilitazione, intende sensibilizzare i consumatori e sostenere le iniziative della European Sunday Alliance che sta partecipando alla consultazione della Commissione Europea per far approvare direttive europee che restituiscano il giusto valore alle domeniche e alle festività. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 25 Aprile e il 1° Maggio sono due giornate storicamente e socialmente importanti, per questo la Filcams/Cgil sostiene una battaglia per i diritti dei lavoratori, la conciliazione di tempi di vita e di lavoro, per un modello di consumi sostenibile. "Ma anche una battaglia per i valori, per il rispetto della nostra cultura, la nostra storia e le battaglie dei nostri predecessori. Per mantenere viva la memoria, di chi, prima di noi, ha combattuto per un ideale, per la libertà e la dignità del lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in ospedale

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento