Due ragazze rapinate e gettate a terra, presi i criminali con la refurtiva

Brutto episodio in piena notte a Sassuolo, dove due 26enne sono state prese di mira lungo via Indipendenza, finendo poi al Pronto Soccorso. Anche con l'aiuto dell'app per smartphone la Polizia ha rintracciato i ladri

La scorsa notte intorno alle ore 3 due amiche sono state vittime di una rapina violenta. E' accaduto a Sassuolo, lungo via Indipendenza, nei pressi del parco ducale dove molti giovani si erano radunati per partecipare allo Youth Festival. In agguato all'uscita della festa, però c'erano due malviventi in sella a due biciclette, che dopo aver adocchiato le vittime sono partiti alla carica per il più classico degli scippi. I ladri hanno afferrato le borsette delle ragazze, le quali però hanno opposto resistenza, tanto che sono state trascinate a terra dall'impeto degli scippatori, i quali sono riusciti ad allontanarsi a forte velocità con il bottino.

Le due giovani, entrambe 26enni, sono state medicate al Pronto Soccorso per le escoriazioni subite: per loro nulla di grave, come testimonia la prognosi di 5 giorni per l'una e di 6 per l'altra. Nel frattempo si è messa in moto la macchina del Commissariato di Polizia di Sassuolo, che ha raccolto la denuncia e - insieme ad alcuni amici delle vittime - ha seguito la scia di uno dei due malviventi sfruttando l'applicazione in grado di geolocalizzare uno degli smartphone rubati. La borsetta, svuotata del denaro è stata ritrovata non molto distante e poco dopo i poliziotti della Volante hanno individuato anche uno dei criminali, nascosto in una siepe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ragazzo, un 19enne italiano, è stato fermato e trovato in possesso di parte del denaro rubato, oltre che di una modica quantità di droga per uso personale. In breve gli agenti hanno accertato anche l'identità del secondo scippatore e hanno organizzato su mandato del PM di turno una perquisizione della sua abitazione: qui il complice, un 31enne, è stato tratto in arresto poichè trovato in possesso del cellulare rubato e del restante denaro contenuto nelle due borsette. I due sono stati scortati in carcere in attesa delle decisioni dell'Autorità Giudiziaria, di fronte alla quale dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Fase 2, buone notizie per chi deve prendere la patente: c'è la data per la riapertura delle scuole guida

  • Contagio, ancora due positivi nel modenese. Ennesimo decesso in Appennino

  • Covid-19 e fase acuta: a Modena il primo intervento di riparazione del tessuto polmonare

Torna su
ModenaToday è in caricamento