Traffico internazionale di droga, maxi sequestro della Squadra Mobile

Tratti in arresto due stranieri e posti sotto sequestro sei chilogrammi di cocaina purissima, sedici chili di hashish e 130mila euro in contanti. Parte dello stupefacente era occultato nei vani passaruota di un'auto utilizzata dal corriere

Il contante sequestrato dalla Squadra Mobile

Sei chili di cocaina purissima al 90%, sedici chili di hashish e 130mila euro in contanti sequestrati. Questo il bilancio di un'operazione condotta dalla Squadra Mobile di Modena coordinata dal Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine e dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga che ha portato all'arresto di due marocchin accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

IL CORRIERE E IL CLIENTE - Gli operatori di Polizia hanno bloccato uno dei due uomini, un corriere, a bordo di una Mercedes C180 noleggiata con targa belga con all’interno 3 dei 6 chilogrammi di cocaina nascosti nei vani passaruota anteriori. Assieme al corriere, 52enne nato a Tangeri, partito da Amsterdam e tenuto costantemente monitorato dai colleghi delle polizie europee, sabato sera è stato tratto in arresto anche l’altro soggetto, l'acquirente, 42enne residente a Fiorano con precedenti per droga, che, dopo aver accuratamente perquisito l’appartamento e un ufficio nella sua disponibilità, sempre a Fiorano, è emerso come custodisse gli altri 3 chili di cocaina e i 16 chili di hashish. L’uomo era in procinto di ricevere dal corriere il restante quantitativo di cocaina corrispondendogli la somma di 130mila euro in contanti ​con mazzette da 30mila euro l'una.

VIDEO: ECCO COME VENIVA TRASPORTATA LA DROGA

INDAGINI - Le rotte del narcotraffico internazionale partono dalla Colombia, arrivano in Europa al porto di Rotterdam, Olanda, per poi essere smistate nel continente dalla vicina Amsterdam e raggiungere gli spacciatori al dettaglio attivi sul Modenese dopo essere transitate via auto per Germania ed Austria. "Lo si evince dal colore nero di questo pacchetto di cocaina - ha indicato Amedeo Pazzanese, dirigente della Squadra Mobile di Modena - la droga viene confezionata in Colombia per poi essere trasportata via nave in Europa e qui smistata". Destinato interamente al mercato modenese, per clienti appartanenti ai ceti sociali superiori, tutto lo stupefacente avrebbe potuto fruttare al dettaglio la somma di 2 milioni e 500mila euro. L'indagine potrebbe portare ad ulteriori e interessanti sviluppi: oltre allo stupefacente e ai contanti per regolare la compravendita, gli uomini della Squadra Mobile hanno sequestrato telefoni cellulari, un computer e taccuini pieni di appunti, dati, nomi e recapiti di spacciatori, grossisti e clienti abituali.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Pompiere ferito dopo la caduta dal camion: "Lavoriamo su mezzi rattoppati"

    • Cronaca

      Rissa alla cassa dopo un furto, giovane in manette da Mango

    • Politica

      Portobello, si allarga la platea di chi ha diritto ad accedere all'emporio sociale

    • Cronaca

      Smontato in appello il processo Cardiologia, assolta la prof. Modena

    I più letti della settimana

    • Blitz all'alba nel residence in cui alloggiavano, sgominata banda di ladri

    • Scossa di MI 3.7, all'alba torna a tremare la pianura Padana

    • Donna investita in viale Sigonio, ricoverata in gravi condizioni 

    • Cena per i bisognosi, apre il Refettorio Ghirlandina di Bottura e colleghi

    • Via Emilia, giovane attraversa la strada e viene travolto da un'auto

    • Donna rapinata in corso Canalgrande, ladro in manette grazie all'app

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento