Continue liti fra vicini di casa, la Polizia sequestra un piccolo arsenale

Ben nove pistole regolarmente detenute, ma pugnali e proiettili illegali. E' il computo di quanto requisito dalla Polizia ad un carpigiano di 62 anni

Ieri un equipaggio inviato dal Commissariato di Polizia è intervenuto presso una abitazione in Carpi, dove era stata segnalata una lite tra condomini.  Una situazione di coflitto purtroppo nota, certificata da altri interventi delle Forze di polizia e da precedenti reciproche denunce sporte da due famiglie residenti, evidentemente ai ferri corti per questioni di convivenza.

Come previsto dal protocollo in situazioni di criticità, poiché uno dei contendenti detenere armi da sparo regolarmente denunciate, gli agenti hanno proceduto all’immediato ritiro a scopo cautelare delle armi in quesione, in applicazione di quanto previsto dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza. La normati, infatti, mira ad evitare che la disponibilità di armi possa, in particolari contesti, agevolare i possessori nella commissione di gravi reati.

Gli agenti hanno poi accertato che l'uomo, un italiano di 62 anni aveva nella propria disponibilità anche due pugnali e diversi proiettili non denunciate all’Autorità di Pubblica Sicurezza. Anche questi oggetti sono stati sequestrati e l'uomo è stato denunciato per il reato di detenzione abusiva di armi e munizioni.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

Torna su
ModenaToday è in caricamento