Delitto di Serramazzoni: l'assassino era in cura da uno psichiatra

Alessandro Persico, reo confesso dell'omicidio di Barbara Cuppini, era depresso ed era in cura da uno psichiatra: negli anni scorsi, sarebbe stato anche ricoverato per problemi psichiatrici nella città di Siena. L'omicidio sarebbe avvenuto per un raptus, senza un vero motivo

Era depresso e in cura da uno psichiatra Alessandro Persico, l'ingegnere quarantaduenne della Ferrari di Maranello che ieri ha confessato di aver ucciso Barbara Cuppini, la collega di 36 anni dell'ufficio marketing del Cavallino con cui aveva una relazione e che sabato l'aveva raggiunto nella sua abitazione di Serramazzoni, nel Modenese. L'uomo si trova ancora in carcere a Trento dopo essersi costituito ieri mattina. Persico ha indicato agli inquirenti - coordinati dal sostituto procuratore di Modena Claudia Natalini - dove aveva abbandonato due coltelli in un bosco di Folgaria, in Trentino. Sono stati entrambi recuperati e un esame dovrà stabilire se siano stati utilizzati entrambi per l'assassinio.

L'ingegnere, originario di Firenze, ha riferito di aver agito in preda a un raptus, senza una vero motivo. Nel suo passato, oltre a un divorzio, c'é anche un ricovero per problemi psichiatrici avvenuto negli anni scorsi a Siena. Nell'abitazione di Serramazzoni di Persico i carabinieri hanno sequestrato, oltre a computer e telefoni, anche sonniferi. I due colleghi alla Ferrari si erano conosciuti pochi mesi fa su una chat line in internet. Ne era nata poi una relazione che, stando alla testimonianza di un'amica della vittima, la Cuppini non si sentiva di troncare nonostante il momento di difficoltà vissuto dall'uomo. I due si erano trovati a Serramazzoni per festeggiare il compleanno della donna, che un giorno prima di essere uccisa con 13 coltellate aveva compiuto 36. Domani è attesa l'udienza di convalida del fermo dell'accusato.

(ANSA)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stasera su Italia1 anche Modena protagonista della puntata de "Le Iene Show"

  • Ragazza di 22 anni muore dopo il trasporto dall'Ospedale di Sassuolo a Baggiovara, aperta indagine

  • Finge di voler comprare un divano online e si fa accerditare 3.000 euro

  • Via libera all'accensione dei termosifoni. Disponibile anche il bonus per le famiglie

  • Non pagano la spesa e colpiscono i dipendenti, coppia denunciata all'Esselunga

  • Investito da una bicicletta, 46enne muore dopo un giorno in ospedale

Torna su
ModenaToday è in caricamento