mercoledì, 17 settembre 21℃

Sicurezza: 20 Militari per la sorveglianza di Tribunale e Procura

Dopo la guardie giurate di un servizio di vigilanza privata, arrivano i soldati: la misura decisa in seguito agli allarmi bomba delle scorse settimane

Redazione 2 agosto 2012

In seguito ai recenti allarmi bomba che hanno interessato il Tribunale di Modena, la sorveglianza degli uffici e delle aule di Corso Canalgrande è stata rinforzata. Dopo l'utilizzo di un servizio di vigilanza privata, è stato disposto l'invio di militari per il presidio di Procura e Tribunale. Lo ha annunciato il procuratore di Modena Vito Zincani, dopo che già una guardia giurata è stata messa da questi giorni a presidiare l'ingresso identificando tutte le persone che entrano. I militari, che dovrebbero arrivare a Modena nelle prossima settimana, saranno in tutto una ventina e copriranno l'intera area della procura e del tribunale, sia di giorno che di notte. Il primo allarme bomba risale al 23 maggio scorso, quando un fax avvisò della presenza di un esplosivo. Il 21 giugno scorso, poi, le sedi vennero evacuate per due volte nella stessa giornata. Le indagini sulle finte segnalazioni di ordigni hanno fatto appurare che le due telefonate anonime d'allarme erano state fatte da cabine telefoniche, una a Modena e l'altra a Bologna. In entrambe le occasioni era stata una donna a chiamare.

Annuncio promozionale

Commenti