Calano morti e feriti sulle strade, ma non gli incidenti. E il 2017 potrebbe essere un anno nero

Nel complesso in regione si evidenzia un calo significativo delle vittime della strada, nonostante il lieve aumento degli incidenti. Ma i primi mesi dell'anno sono stati davvero pesanti per Modena

Nel 2016 si conferma il trend in calo per quanto riguarda il numero di morti e feriti sulle strade dell'Emilia-Romagna. L'anno scorso, infatti, i decessi sono stati 306, in calo del 6,1% rispetto al 2015, e addirittura "del 24% (-95 morti) rispetto ai numeri del 2010", come sottolinea l'assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini nel corso di una conferenza stampa in viale Aldo Moro. 

I dati diffusi oggi in Regione, elaborati dall'Ufficio statistico e in attesa della validazione da parte dell'Istat, "dicono- prosegue Donini- che nel 2016 gli incidenti sono stati 17.404", con numeri anche molti diversi da provincia a provincia (si va infatti dai 3.898 di Bologna ai 988 di Piacenza). In questo caso, si registra un lievissimo aumento (+0,1%) rispetto al 2015, ampiamente compensato non solo dal calo del numero di morti, ma anche dal -0,8% di feriti, che l'anno scorso sono stati 23.592. 

Questi dati, uniti ai 2.748 incidenti in meno (-14%) registrati tra il 2010 e il 2016, e i 4.407 feriti in meno (-15%) nello stesso periodo di tempo, "fanno ben sperare- afferma l'assessore- per quanto riguarda l'obiettivo, fissato a livello europeo, di dimezzare i morti entro il 2020. Siamo a metà strada, e contiamo di farcela", dice Donini, che coglie l'occasione per sottolineare che "questi risultati si devono anche ai nostri sforzi per promuovere comportamenti corretti su strada, che possono sembrare un po' vessatori, ma funzionano".

Per il resto, i dati relativi ai morti su strada vedono Modena al terzo posto con 37 decessi, rispetto ai 48 del 2015. Va però evidenziato che i primi mesi dell'anno sono però stati molto pesanti sulle strade modenesi, con un aumento significativo rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti.

Nella classifica dei feriti dietro Bologna si collocano Modena con 3.925, Reggio con 2.519, Ravenna con 2.251, Rimini con 2.218, Forlì-Cesena con 2.157, e Parma con 2.084. Chiudono Ferrara con 1.633, e Piacenza con 1.426. Morti e feriti sono in calo in quasi tutte le province, con il picco del -34,4% di decessi a Parma: l'unica eccezione grossa è rappresentata da Forlì-Cesena, dove i morti su strada sono aumentati, tra il 2015 e il 2016, del 41,7%. 

I dati della Regione, infine, spiegano anche quali sono state, nel 2016, le strade dove si sono verificati più incidenti, e dove è stato più alto il numero di morti e di feriti. Qui i numeri più alti sono, di gran lunga, quelli registrati sulle strade urbane, con 10.881 incidenti, 104 morti, e 13.681 feriti. Al secondo posto si piazzano le provinciali, con 2.060 incidenti, 76 morti, e 3.059 feriti. Le autostrade, invece, sono quarte per numero di incidenti (982), e terze per morti (38), e feriti (1.834).

(fonte DIRE)

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Entra in una casa e ruba i gioielli, bloccato dalla Polizia e arrestato

  • Cronaca

    Oltre un metro di neve al passo delle Radici, turbina al lavoro

  • Cronaca

    Componenti di auto e gadget Ferrari rubati, maxi sequestro a casa di un meccanico

  • Cronaca

    Esce dalla pizzeria e viene rapinata del Rolex da un bandito armato

I più letti della settimana

  • Tragedia ad Albareto, perde la vita in moto nel parcheggio della Polisportiva

  • Sciopero Trenitalia: regionali a rischio domenica 18 febbraio

  • Meteo | Allerta per possibili nevicate domani in pianura

  • Terribile schianto a Sozzigalli, muore un automobilista 21enne

  • Si diffonde a Carpi la processionaria del pino, il Comune mette in guardia

  • Parto in ambulanza tra Pavullo e Sassuolo, parlano i genitori

Torna su
ModenaToday è in caricamento