Criminalità, reati in calo a Modena. Ma preoccupa il boom nel riciclaggio

La provincia modenese scende dal 16° al 18° posto fra quelle con il maggior numero di reati. Lo certifica la ricerca pubblicata oggi dal Sole24Ore, che segna un calo del 4,7% nei reati commessi nel 2015 rispetto all'anno precedente. Ma sono pressochè raddoppiati i casi di riciclaggio di denaro

Calano, seppur di pochi punti percentuali, i reati commessi in Italia lo scorso anno e Modena si accoda al trend nazionale. Nella nostra provincia, infatti, i dati raccolti per l'anno solare 2015 parlano di un numero di reati denunciati pari a 34.354, vale a dire -4,7% rispetto alle rilevazioni dell'anno precedente. Un calo che fa scendere Modena dal 16° al 18° posto nella classifica delle province più colpite dalla criminalità comune. A certificarlo sono come ogni anno i dati raccolti ed elaborati dal Sole24Ore e presentati nell'edizione odierna del quotidiano.

Anche queste cifre certificano quanto negli ultimi mesi è stato più volte affermato dalle stesse forze dell'ordine, che in più occasioni hanno sottolineato la diminuzione dei reati denunciati. Un dato quantomeno confortante, seppur ovviamente non esaustivo per la reale fotografia della sicurezza locale, che viene influenzata anche dalla tipologia e dall'allarme sociale che i diversi crimini possono generare, nonchè da quei fatti che non vengono denunciati alle autorità.

In ogni caso, il dato complessivo risulta positivo. Vale tuttavia la pena esaminare più nel dettaglio le statistiche, approfondendo le diverse fattispecie di reato che la ricerca del Sole ha preso in considerazione. A determinare il calo complessivo dei reati è sicuramente una voce in particolare: quella dei furti in abitazione. Questo crimine rappresenta infatti il reato numericamente più influente: nel 2015 sono stati 485 ogni 100mila abitanti, valer a dire il 13%in meno del 2014. Anche i furti ai danni degli esercizi commerciali sono scesi (-3%), così come quelli di automobili (-4%). Questo ha fatto sì che il totale dei furti calasse del 6,5%, trascinando con sè la media totale di tutti i crimini commessi (e registrati) in provincia.

Tuttavia, le altre singole voci vedono un aumento diffuso. Le estorsioni sono salite del 24%, così come i furti con strappo, aumentati di ben un quarto in appena un anno (+25%); stessa sorte per i furti con destrezza che sono 310 ogni 100mila abitanti (+13%).
Così come gli scippi, sono aumentate anche rapine (+3,75%) e truffe (+6%), ma la vera sorpresa riguarda il riciclaggio, cioè l'impiego di denaro o altri beni di provenienza illecita: i numeri generali restano ancora bassi – sono appena 5 ogni 100mila abitanti – ma l'aumento parla di un +84%, che colloca Modena al decimo posto fra le peggiori province e fa suonare un giusto campanello di allarme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

  • Oltre un chilo di cocaina nascosta sotto il cofano, arrestato un trafficante

Torna su
ModenaToday è in caricamento