homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

“Siete cristiani o musulmani?”, minacce a un gruppo di ragazzi e spari in aria

Un gruppo di ragazzi italiani è stato vittima di un grave episodio a Vignola. Alcuni stranieri li hanno femati di notte, mettendoli in riga e interrogandoli sulla loro fede. Sono anche stati esplosi in aria tre colpi di pistola, ma non vi è stata violenza

Lo scorso 5 gennaio Vignola è stata teatro di un episodio molto preoccupante , soprattutto alla luce del clima di tensione generale che si respira nel mondo in merito al terrorismo e allo scontro di religione. Un gruppo di cinque amici, tutti minorenni, è stato avvicinato e “preso in ostaggio” da alcuni stranieri di origine nordafricana, uno dei quali armato di pistola. Il fatto è avvenuto intorno alla mezzanotte, lungo via Resistenza, come riferiscono oggi i quotidiani locali.

La vicenda è stata ovviamente riferita ai Carabinieri di Vignola, che hanno verificato il racconto dei ragazzi e avviato le indagini per cercare di risalire all'identità dei “bulli”. Secondo quanto riferito, gli stranieri avrebbero accerchiato gli adolescenti, sottoponendoli poi ad una sorta di interrogatorio: “Siete cristiani o credete in Allah?”. I ragazzi terrorizzati sarebbero poi stati messi in fila uno accantto all'altro e minacciati con la pistola che uno dei nordafricani portava con sé.

I giovani avrebbero a più riprese dichiarato di “non credere in niente” e sarebbero poi stati congedati dopo l'esplosione in aria di alcuni colpi di pistola. Non è chiaro se si trattasse di un'arma vera, oppure di una scacciacani, ma gli stessi magrebini avrebbero dichiarato alle loro vittime che si trattava di uno scherzo. Nessuno è stato vittima di violenza fisica, ma quella psicologica daa dall'intimidazione è stata sicuramente uno shock per i giovani vignolesi.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Lukissimo
    Lukissimo

    Ma nooo, è colpa degli italiani che sono in giro ad un'ora non indicata. I magrebini sono dei burloni e meritano la nazionalità italiana.

  • Avatar anonimo di Andrea
    Andrea

    Sparare a vista !!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Picchia l'ex compagna e la spedisce all'ospedale, 52enne arrestato 

  • Cronaca

    Sangue sulle strade, motociclista e pedone morti nella notte

  • Cronaca

    Famiglia dispersa in Appennino, salvati dal Soccorso Alpino

  • Politica

    Terremoto, summit dei sindaci modenesi per organizzare gli aiuti

I più letti della settimana

  • Terribile scontro frontale fra due auto, feriti gravi a Carpi

  • Terremoto, partito da Modena il primo contingente di uomini e mezzi

  • Sisma, gli Alpini modenesi già in marcia verso l'area terremotata

  • Scontro frontale con un'auto, muore un motociclista di 22 anni

  • Punto da numerose vespe, muore mentre pota una siepe

  • Sangue sulle strade, motociclista e pedone morti nella notte

Torna su
ModenaToday è in caricamento