Alloggi e diritto allo studio: Unimore investe 625mila euro

L'Ateneo allenta i cordoni della borsa: 175mila euro per la realizzazione di uno studentato in via campi e altri 450mila euro per la tutela al diritto allo studio. Su quest'ultimo versante è al lavoro una commissione per la gestione delle risorse

In arrivo per gli studenti dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia altri 625.000 euro, che saranno impiegati in parte per la realizzazione di un nuovo studentato e, la maggior quota , per il finanziamento di iniziative ed azioni di sostegno a favore degli studenti e delle attività didattiche per l’anno accademico 2011/2012.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
La realizzazione di un cospicuo avanzo di gestione a consuntivo, riferito all’esercizio finanziario 2010, consentirà di utilizzare una notevole parte dei risparmi ottenuti per iniziative che porteranno l’Ateneo a incrementare i servizi e le strutture finalizzate ad integrare politiche di attuazione del diritto allo studio. Questa la volontà espressa dal Consiglio di Amministrazione dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia che ha deciso di mettere a disposizione per questo obiettivo oltre un terzo della somma residua risultante, dopo gli accantonamenti dal conto 2010, che ammonta complessivamente a 1.695.000,00 euro.
 
"In queste condizioni il diritto allo studio rischia di essere negato anche a chi ha meriti - ha detto il Rettore Aldo Tomasi - Per questo abbiamo voluto dare un segnale forte restituendo agli stessi studenti ed alle loro famiglie una notevole parte dell’avanzo di gestione da impiegare per iniziative e attività, da concordarsi con le rappresentanze degli stessi studenti, che integrino gli insufficienti fondi a disposizione per borse di studio, servizi e strutture di accoglienza. Saranno gli stessi studenti ad indicarci quali sono le priorità”.

Bloccata una quota di 175.000,00 euro destinata a copertura del terzo anno del progetto per la realizzazione delle residenze adibite a studentato nell’area di via Campi a Modena, che andrà a sostituire la dismissione della residenza in via Costellazioni, ben 450.000,00 euro verranno utilizzati per la creazione di un fondo per il finanziamento di azioni che concorrano a premiare il merito e salvaguardare il diritto allo studio. A questo scopo è già stata istituita una commissione, presieduta dalla prof. ssa Roberta Cardarello, composta dalla prof. ssa Grazia Ghermandi e da Giuseppe Bagli, Vittorio Saguatti, Vincenzo Sciumbata e Mattia Verna, che costuiscono l’intera rappresentanza studentesca presente nel Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

Torna su
ModenaToday è in caricamento